Fiumicino: incendio all’aeroporto,distrutti 1.000 mq di superficie

274

Bruttissimo incendio è avvenuto la notte tra mercoledì e giovedì a Roma e nello specifico all’Aeroporto Leonardo da Vinci di Fiumicino. Si tratta di un incendio che ha distrutto gran parte del terminal 3, sviluppatosi intorno alla mezzanotte di mercoledì sera all’interno dell’area commerciale al piano -1 del Terminal ed ha interessato un area piuttosto ampia, ovvero circa 1.000 metri quadrati.

L’incendio avrebbe avuto origine all’interno della cucina di un ristorante, e nello specifico dalla presa elettrica di un frigorifero, ma poi pian piano le fiamme si sarebbero propagate lungo i collegamenti elettrici facendo scattare l’allarme antincendio. Il terminal dei voli nazionali è stato subito evacuato, e così dopo poco tempo l’Enac ovvero l’ente nazionale per l’aviazione civile ha individuato in un corto circuito le probabili cause del rogo.In seguito all’incendio l’aeroporto è stato chiuso, ma grazie al prezioso intervento dei vigili del fuoco e delle forze dell’ordine l’aeroporto ha gradualmente riaperto al traffico aereo.

Attualmente è stata aperta un’inchiesta su quanto accaduto a Fiumicino, ed il Pm Valentina Zaratto è convinta che si tratti di un incendio colposo ed ha disposto il sequestro dell’intera area interessata dalle fiamme.  “Abbiamo 18mila centraline che rilevano fumo. Dopo che sono scattate, i vigli dle fuoco sono arrivati in pochi minuti. Il terminal 3 lato partenza è sano e agibile. Quello che è stato distrutto è la parte successiva, dove ci sono alcune attività commerciali” questo quanto dichiarato dall‘amministratore delegato di Adr Lorenzo Lo Presti. “Abbiamo visto una colonna di fumo altissima e poi siamo usciti per capire cosa stava succedendo. Quando ci siamo accorti del fumo era mezzanotte e il terminal era già bloccato, così come il 2. Fuori c’erano polizia, vigili del fuoco e una quarantina di passeggeri. C’era una nebbia fittissima. Secondo quanto ci hanno raccontato, le fiamme si sarebbero sviluppate da un ristorante del Terminal 3″, racconta uno degli operatori dell’aeroporto di Fiumicino. 

Condividi