Fobia e ansia sociale: come comportarsi?

963

La fobia o ansia sociale è caratterizzata da una forte ansia, tensione o paura di alcune situazioni sociali in cui la persona si trova a contatto con persone estranee e ha il timore di comportarsi in modo umiliante o imbarazzante, rischiando o credendo di essere giudicato.

ansia-socialeSono tipiche le situazioni in cui la persona deve parlare in pubblico o si trova al centro dell’attenzione  o ha a che fare con persone che non le sono familiari e di cui teme il giudizio.
Il fobico sociale tenderà dunque ad evitare le situazioni sociali o a viverle con estrema ansia, fino a poter cadere vittima di un attacco di panico.
L’emozione centrale che si prova è la vergogna; si è convinti che gli altri intorno stiano pensando male di noi e molto spesso ci si vergogna di vergognarsi, ad esempio preoccupandoci di arrossire o sudare o balbettare prendendo la parola.

Ad oggi esistono strategie e psicoterapie efficaci e specifiche per la fobia sociale.

Forse potrebbe interessarti: L’ansia positiva, conoscerla per affrontarla al meglio

Oltre all’ansia sociale esiste un altro tipo di disturbo molto diffuso che è quello dell’Ansia generalizzata. La persona che soffre di questo tipo di disturbo è costantemente preoccupata e in ansia per la maggior parte dei giorni e per molte attività o eventi, non necessariamente stressanti o problematici.

Solitamente prova diversi sintomi e disturbi come agitazione, cefalea, tensione muscolare, irritabilità, ipersudorazione, tachicardia, difficoltà a concentrarsi, disturbi del sonno e inquietudine. Tutti questi sintomi portano la persona a vivere male compromettendo ad esempio il suo rendimento sul lavoro, a scuola o le sue relazioni sociali.
Contatta la Dottoressa Mogiani

Condividi