Francia, dopo il divieto del velo nelle scuole arriva quello delle gonne lunghe

3140

Francia:Vietata la gonna lunga in alcune scuole, perchè considerato “un segno religioso ostentatorio”. Così dopo il divieto di portare il velo in alcune scuole, adesso arriva anche il divieto di indossare gonne lunghe, anche se questo non è esplicitamente espresso dalla norma del 2004. Il caso nello specifico è avvenuto a Charleville-Mezieres dove una studentessa di 15 anni, Sarah K è stata rifiutata praticamente per due volte il 16 ed il 25 aprile all’ingresso in classe; la giovane praticamente si sarebbe scoperta il capo ma avrebbe indossato una gonna nera molto lunga, abbigliamento considerato dal preside e dagli insegnanti come segno di appartenenza alla religione musulmana.

Da li la decisione della scuola di vietare la gonna lunga, anche se va anche sottolineato il fatto che il rifiuto della scuola non nasce proprio per caso, ma sembra che la giovane studentessa abbia deciso di presentarsi con questa lunga gonna nera insieme ad altre compagne come forma di rivendicazione, ovvero un gesto contro il divieto di indossare in classe il velo. La notizia è stata diffusa dal noto giornale L’Ardennais che ha ingigantito l’accaduto e secondo i dati emersi dal Collettivo contro l’Islamofobia in Francia nel 2014 sarebbero circa 130 i casi di studenti respinti a scuola per indumenti ritenuti ostentatori cioè in contrasto con la regola della laicità. Come prevedibile la decisione della scuola ha suscitato polemiche e reazioni in tutto il Paese tanto che su Twitter è apparso anche l’hashtag #JePorteMaJupeCommeJeVeux, “Io porto la gonna come voglio”. Su Le Monde, è intervenuto il sociologo Francois Dubet il quale ha parlato di “eccesso di attenzione sulla religione musulmana”. 

Condividi