Genova: Berlusconi cade sul palco del comizio

304

Il presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi, si è recato a Genova per sostenere la candidatura di Giovanni Toti alla presidenza della Regione Liguria, arrivato nella città ligure ha partecipato a una manifestazione pubblica al Teatro della Gioventù, in via Cesarea. Al termine del suo discorso si è avviato deciso verso l’uscita ma ha avuto proprio in quel momento un incidente; il cavaliere ha inciampato in un predelllino ed è caduto a terra; lo sgabello era stato posizionato li per rendergli più comoda l’uscita.

Berlusconi è stato aiutato a rialzarsi da alcune persone presenti e  ha fatto una battuta, mostrando lo sgabello: «Questo predellino lo ha fatto fare la sinistra». Nel pomeriggio, Raffaella Paita, candidata del Pd alle Regionali,ha preso una simpatica iniziativa mandando un mazzo di calle e rose bianche al presidente di Forza Italia, con un biglietto che diceva: «Presidente, siamo innocenti, noi lo sgambetto vogliamo farvelo il 31 maggio. Un sorriso, Lella».

Il comizio di Berlusconi è stato punteggiato qua e la a riferimenti verso un centrodestra che deve arginare Renzi, cioè colui che «Impone i suoi provvedimenti con una autorità e una violenza mai viste nella storia del Parlamento». Durante il suo intervento Berlusconi ha anche detto: «Il sogno che inseguo è indicare agli italiani l’esempio degli Stati Uniti dove i repubblicani e i democratici si contrastano. Noi moderati dobbiamo votare per un grande partito. Dobbiamo trasformare i moderati in una maggioranza politica, consapevole e organizzata».

Qualche ora dopo Berlusconi ha annunciato: «manderò fiori a Raffaella Paita l’uno o il due giugno, quando sarà molto delusa dal risultato elettorale».  Dopo il comizio, e la caduta dal palco, Berlusconi si è ritirato all’Hotel Bristol, dove un ortopedico lo ha visitato. L’ex presidente del Consiglio è stato poi a pranzo all’Europa in Galleria Mazzini.

Condividi