Gravidanza, ecco i luoghi comuni da sfatare

1313

SI POSSONO TINGERE I CAPELLI? SI

In passato alle donne in gravidanza veniva sconsigliato di tingersi i capelli, perché tutte le tinture erano a base di ammoniaca. Questa, assorbita dal cuoio capelluto, poteva essere tossica per il feto. In commercio oggi la quasi totalità delle tinte fai-da-te è senza questo componente, quindi si possono usare tranquillamente. Inoltre è possibile utilizzare colorazioni naturali come quelle a base di henné.

DEVO EVITARE DI DARMI LO SMALTO? Si/NO

Sarebbe meglio evitare di usare lo smalto durante ¡primi tre mesi, ovvero nella fase più delicata dello sviluppo del feto. Le sostanze chimiche contenute negli smalti e nelle colle per unghie finte potrebbero infatti risultare dannose. In commercio si trovano prodotti senza toluene, canfora, formaldeide e altre sostanze pericolose per il feto. Si possono quindi utilizzare dal quarto mese in poi.gravidanza

MEGLIO BERE CAFFE’ DECAFFEINATO? NO

La caffeina è uno stimolante naturale. Un caffè o un cappuccino al giorno sono di solito tollerati da tutte le donne in attesa. Superato questo dosaggio può dare effetti indesiderati come tachicardia, insonnia, sudorazione. Se si inizia a soffrire anche di fastidi alla digestione (acidità, bruciori di stomaco, pesantezza) e nausea allora è più opportuno rinunciare al caffè piuttosto che sceglierlo decaffeinato. Per eliminare la caffeina, infatti, vengono utilizzati acidi potenzialmente pericolosi per il feto.

L’ATTIVITÀ SESSUALE PUÒ CONTINUARE? SI

La paura di far male al piccolo durante un rapporto sessuale è infondata. Se la donna e il suo partner hanno piacere a proseguire anche nei nove mesi della gravidanza la loro attività sessuale possono farlo senza problemi. Le contrazioni causate dall’orgasmo, inoltre, rafforzano la muscolatura uterina e la preparano al travaglio. Ci sono però alcuni casi in cui l’attività sessuale è sconsigliata (infezioni delle vie vaginali, minaccia di aborto, parto prematuro).

IL SUSHI CAUSA LATOXOPLASMOSI? NO

ll consumo di pesce crudo non presenta rischi per quel che riguarda l’infezione da toxoplasma gondii (parassita che può provocare la toxoplasmosi). Nonostante questo, se non viene correttamente abbattuto (congelato per almeno 24 ore a temperature inferiori a -20 °C), può causare la salmo-nella o trasmettere il parassita anisakis. I grandi predatori (come il tonno e lo spada) andrebbero evitati invece per l’alto contenuto di mercurio.

CHI FA SPORT PUO’ CONTINUARE? SI

in linea generale, se si | gode di buona salute, vJur n0n c’è alcun motivo per smettere di praticare sport. Anzi, partorire è una performance fisica, che presuppone una grande resistenza e tonicità muscolare. Quindi praticare sport nei mesi della gravidanza è pure utile. Ovviamente, sono banditi quelli estremi e quelli nei quali si può cadere. Chi pratica jogging dovrebbe smettere e scegliere il nuoto.

IL CLORO DELLA PISCINA E’ PERICOLOSO? NO

Non ci sono dati che facciano pensare che il cloro possa essere pericoloso per il nascituro. Il nuoto in gravidanza, come abbiamo detto, è uno degli sport che vengono consigliati. Praticarlo in una piscina senza cloro può essere più pericoloso, perché si è più esposti alle infezioni.

POSSO USARE LE CREME DEPILATORIE? NO

Qualunque sia il prodotto scelto, nella formula sarà sempre presente l’acido tioglicolico, una sostanza chimica aggressiva che distrugge la matrice del pelo arrivando fin dentro il follicolo pilifero. Nei nove mesi di gravidanza, quindi, sarebbe opportuno evitare sostanze così aggressive, per quanto limitato possa poi essere l’assorbimento a livello sistemico.

Condividi