Grazie a The Rock torna «Grosso guaio a Chinatown»

506

 Ringalluzzito dagli ultimi risultati come dalle future promesse, Dwayne Johnson (un tempo The Rock) ha finalmente messo a tacere l’arroganza di chi credeva impossibile passare dal ring alla recitazione. Nerboruto come sempre, sul volto lo stesso sopracciglio svirgolato, l’ex wrestler ha fatto decollare il franchise diFast&Furious, portato la Warner Bros a imporsi ovunque, e ha comunicato alla Hollywood più chiusa la volontà di cimentarsi in un ruolo di culto.

Stando a quanto riportato dall’americano The Wrap, pare infatti che il successo ottenuto da Johnson con San Andreas non sia passato inosservato. Il disaster movie di cui The Rock è il pilastro portante ha gonfiato i botteghini intemazionali, al punto da raccogliere 114 milioni di dollari in un solo weekend. Battendo, trale altre, pellicole ben più impegnate o impegnative: da Youth di Paolo Sorrentino a Tomorrowland della Disney.

Un tipo tutto muscoli, il cui fascino grottesco non è sfuggito a chi, da anni, tenta di riportare sul grande schermo le avventure di Jack Burton e Wang Chi. Originariamente interpretati da Kurt Russell e Dennis Dun, i due sono protagonisti di Grosso Guaio a Chinatown, un film che, come la carriera di Johnson, è passato dalle stalle alle stelle nell’arco di un anno o poco più.

Nel 1986, quando la pellicola di John Carpenter approdò nei cinema, ottenne recensioni mediocri e l’indifferenza del pubblico costrinse Carpenter a rimandare di qualche mese il successo che arrivò solo con la diffusione in home video e le repliche televisive. Da allora, era la fine degli anni Ottanta, le avventure di Burton e Chi divennero proverbiali e la pellicola fu elevata al rango di cult. Un rango ambito, che certo non spaventa Ashley Miller e Zack Stentz.

I due, che negli anni hanno sceneggiato Thor e X-Men, hanno deciso di fare squadra con Johnson e la Seven Bucks Production per convincere la 20th Century Fox a supportare il progetto del remake. Johnson, sostengono, sarebbe perfetto per interpretare il ruolo di Burton, l’eroico camionista cui spetta l’ingrato compito di fermare l’avanzata dello stregone Lo Pan. E, se la casa di distribuzione tace, The Rock acconsente. Grosso Guaio a Chinatown è uno dei film che l’ex wrestler ha più amato. Dunque, fa sapere, non si limiterà a prendervi parte da attore, ma, qualora dovesse arrivare l’agognato sì dalla 20th Century Fox, contribuirà come produttore.

Condividi