Il diabete Gestazionale

869

Diabete Gestazionale- Cos’è il diabete gestazionale?


Il diabete gestazionale è una patologia dovuta ad un Disordine della Regolazione del Glucosio che inizia in gravidanza (nel secondo trimestre) e che solitamente si risolve dopo il parto, in particolare entro 6 settimane.

In gravidanza i livelli di glucosio aumentano di norma in tutte le donne in quanto i cambiamenti ormonali che si verificano durante questo periodo rendono i tessuti meno sensibili all’insulina e quindi vi è una maggior concentrazione di glucosio nel torrente circolatorio. La maggior parte delle donne però riesce a far fronte a questa situazione producendo una maggior quantità di insulina mentre un 4% svilupperà il diabete gestazionale.

In ambito ostetrico il diabete gestazionale è una malattia metabolica molto rilevante per la sua frequenza, per le conseguenze alle quali può condurre e  soprattutto perché una diagnosi tempestiva può ridurre, se non annullarne, gli effetti negativi su madre e feto.

Al primo appuntamento in gravidanza a tutte le donne verrà offerta la determinazione della glicemia nel sangue per identificare le donne con diabete preesistente la gravidanza. In particolare sono definite affette da diabete precedente la gravidanza le donne con valori di glicemia a digiuno superiori a 126 mg/dl e valori di glicemia casuale superiori a 200 mg/dl.

Come  si fa diagnosi di Diabete Gestazionale?

Per la diagnosi di diabete gestazionale le donne vengono sottoposte alla “Curva da Carico” ossia un esame che permette di valutare la concentrazione di glucosio prima e dopo la somministrazione di una certa quantità di glucosio.
Alla donne vengono fatti bere 75g di glucosio sciolti in acqua e successivamente verranno effettuati dei prelievi del sangue a distanza di una e due ore.

Questo esame può essere effettuato tra le 16 e le 18 settimane nelle donne con almeno una delle seguenti condizioni (e altro esame a 24-28 settimane):

  • Diabete in una gravidanza precedente
  • Indice di massa corporea pregravidico superiore o uguale a 30 kg/m2
  • Riscontro al primo appuntamento in gravidanza di valori di glicemia compresi tra 100 e 125mg/dl

Solitamente la curva da carico viene somministrata tra le 24-28 settimane nelle donne con almeno una delle seguenti condizioni:

  • Età superiore ai 35 anni
  • Indice di massa corporea pregravidico >= 25 kg/m2
  • Macrosomia fetale in precedente gravidanza (ossi un bambino con un peso uguale o superiore a4,5 kg)
  • Diabete gestazionale in una precedente gravidanza (anche con determinazione normale a 16-18 sett)
  • Anamnesi familiare di diabete (parente primo grado con diabete tipo 2)
  • Famiglia originaria da aree con alta prevalenza diabete (Asia, Caraibi, Medio Oriente,)
  • Se la prima determinazione è risultata normale

Si parla di Diabete Gestazionale se le rilevazioni di glicemia sono le seguenti:

  • Glicemia a digiuno (esame del sangue prima di bere i 75g di glucosio): maggiore o uguale a 92 mg/dl
  • Glicemia dopo un ora: maggiore o uguale a 180 mg/dl
  • Glicemia dopo due ore: maggiore o uguale a 153 mg/dl

Quali rischi può comportare il diabete gestazionale al bambino?

Un aumento della glicemia nella donna può provocare un aumento della glicemia del feto: Il feto produce, in risposta, una quantità maggiore di insulina che fa aumentare i suoi depositi di grasso, con conseguente rischio di un aumento eccessivo del peso fetale. Questa situazione potrebbe comportare delle complicanze durante il parto come ad esempio la distocia di spalla.
Inoltre i bambini nati da madre diabetica devono essere monitorati costantemente dopo il parto in quanto l’eccessiva insulina prodotta potrebbe comportare una situazione di ipoglicemia neonatale.

Per questo motivo le donne che sono affette da questa patologia necessiteranno di essere controllate costantemente dal medico durante la loro gravidanza per valutare che la glicemia sia sotto controllo.

Leggi anche: Guida alla Gravidanza

Come comportarsi se si soffre di diabete gestazionale?

Solitamente il diabete gestazionale rimane sotto controllo con delle semplici modifiche della dieta e con dell’attività fisica. Se questi due accorgimenti non dovessero essere sufficienti sarà necessario assumere insulina: questa condizione si verifica nel 10%-20% delle donne che soffrono di diabete gestazionale.

Quali sono i fattori di rischio per sviluppare il diabete gestazionale?

I fattori di rischio per lo sviluppo del diabete gestazionale sono: obesità pre-gravidica (indice di massa corporea – BMI>30), età materna avanzata, precedente gravidanza con diabete gestazionale, familiarità positiva per il diabete, attuale condizione di fumatrice, precedente neonato macrosoma (peso >4500 grammi), aumento di peso materno nella prima età adulta.
Leggi anche: Massaggio del Perineo

Condividi