Il geloso non sa amare, sarà vero?

1937
il-geloso

Il geloso non sa amare? Oggi vorrei occuparmi della gelosia, sentimento noto a tutti quanti poiché insito nella natura umana.

“Colui che non è geloso non ama”… ma è proprio così?

Che cos’è la gelosia? Possiamo definirla un’emozione che si scatena quando temiamo di perdere o crediamo di aver perso, l’amore, l’affetto, l’attenzione o il possesso esclusivo della persona a cui teniamo.

Sappiamo che può assumere svariate forme ed intensità diverse, si può andare dal semplice battibecco a discussioni accese, fino ad arrivare ad aggressioni vere e proprie.

Per la maggior parte delle persone una gelosia di grado moderato da parte del proprio partner viene giudicata positivamente, come sinonimo di amore e di interesse nei propri confronti, le cose si complicano quando i livelli di gelosia superano certi limiti finché diventa morbosa, violenta ed incontrollabile.

Come tutte le emozioni, anche la gelosia ha un valore adattivo, ci aiuta cioè a far fronte agli eventi della vita; nel nostro caso sembra che sia funzionale a proteggere la relazione di coppia al fine di garantire la propria discendenza.

La teoria evoluzionista di De Steno e Salovey, spiega bene a tal proposito le differenti motivazioni della gelosia nei maschi e nelle femmine.

Secondo questa teorial’uomo manifesta comportamenti di gelosia, ad esempio mostrando un atteggiamento di possesso, limitando la libertà della propria compagna e facendo di tutto per evitare che mostri interesse per altri uomini, al fine di assicurarsi una discendenza sicura, e dunque la conservazione e la trasmissione dei suoi geni, che se la donna andasse con altri uomini sarebbe messa a rischio.

La donna invece per mantenere la prole ha bisogno della protezione e delle risorse del suo compagno, dunque metterebbe in atto comportamenti possessivi e di gelosia al fine di mantenere la sua relazione esclusiva, senza che altre donne si insinuino nel rapporto, portandole via sicurezza, protezione e beni.

Forse potrebbe interessarti: Come capire se è l’uomo sbagliato?

Ma fino a che punto siamo disposte a tollerare la gelosia da parte della persona che amiamo?

Purtroppo spesso si tende a giustificare e a minimizzare un comportamento eccessivo, come può essere un atto di violenza, un maltrattamento, un abuso, da parte dell’uomo sulla propria moglie, dando la colpa alla gelosia, finendo quasi per leggerlo come un segno d’amore.

Il geloso, in alcune culture e zone geografiche, si permette di eccedere in comportamenti lesivi nei confronti della moglie spesso viene scusato e compreso, anzi tende ad essere giudicato come più innamorato e coinvolto nella relazione.

Attenzione dunque a non cadere nell’errore di giustificare qualsiasi tipo di comportamento in nome della gelosia, un atto di maltrattamento o di abuso rimane tale anche se compiuto in preda alla gelosia.

Condividi