Il Ministro Boschi annuncia prossima riforma:conflitto di interessi in aula a giugno

2590

Dopo l’Italicum il governo sta per rimettersi a lavoro con altre riforme, lo ha annunciato proprio nella giornata di ieri il Ministro Maria Elena Boschi nel corso di un’intervista al Corriere della Sera. Stando a quanto dichiarato da Ministro Boschi, la prossima riforma riguarderà per lo più il conflitto di interessi. “Chiederemo la calendarizzazione in Aula entro giugno.

Se alcuni dei nostri ex leader o ex premier avessero messo la stessa tenacia che hanno messo negli ultimi tempi sui dettagli della nuova legge elettorale, per abolire il Porcellum o per avere finalmente una legge sul conflitto di interessi, ci saremmo risparmiati molte fatiche. Ma non è mai troppo tardi. Vorrà dire che il conflitto di interessi lo porteremo in Aula nelle prossime settimane. Ora è in Commissione, chiederemo la calendarizzazione in Aula entro giugno” ha dichiarato il Ministro delle Riforme.

“La maggioranza è schiacciante. Questo non significa che non si possa aprire una discussione di merito sulle riforme costituzionali” ha aggiunto il Ministro Boschi. Quello del conflitto di interessi è sostanzialmente un tema storicamente caro alla sinistra su cui però nessuno sembra essere riuscito a mettersi d’accordo e soprattutto ad ottenere risultati concreti. Proprio sull’Italicum, il Ministro Boschi ha espresso grande soddisfazione per quanto ottenuto dal governo Renzi ed a tal riguardo dichiara:“Col ballottaggio avremo un vincitore certo. Con il premio alla lista non saranno più coalizioni litigiose e si impone ai partiti una riflessione sul loro ruolo”. E poi, c’è la parità di genere. Insomma, “un grande passo in avanti per l’Italia”, assicura, e “un elemento di distinzione in tutta Europa”.  

Condividi