Il prontuario per Donne Single: Tipi di Uomini

2653

Tipi di Uomini- Quindici categorie di uomini da usare con cautela. Chi sono? Come riconoscerli e come gestirli a nostro vantaggio

Tipi di Uomini, ecco il Prontuario per Donne Single: Quindici categorie di uomini da usare con cautela. 

Vi siete mai chieste perché il foglietto illustrativo si trova nei medicinali, e non in un delizioso bacio perugina? Beh, la risposta potrebbe essere perché nei baci troviamo indicazioni del genere: “In amore troppo è ancora poco”. Frasi molto appetitose, che non tengono, però, al riparo donne che si vogliono salvare, non solo dal diabete, ma soprattutto, da cliché sentimentali decisamente fallimentari. I baci perugina, sono indicati per le principesse che non si sono ancora svegliate. Il foglietto illustrativo è indicato, invece, alle donne che desiderano diventare regine e fare prevenzione, prendendo consapevolezza di ciò che realmente hanno di fronte: Una gallery di uomini potenzialmente “tossici”, che fanno andare le nostre storie in direzioni opposte a quelle desiderate. Eccovi, dunque, un piccolo assaggio per ogni categoria.

L’uomo non ancora pronto“: E’ colui che soffre di stitichezza sentimentale.  Usa la scusa dell’essere confuso, perché non si vuole assumere alcuna responsabilità se non quella di avere una donna a spot, la famosa donna da ogni due settimane, nella migliore delle ipotesi. E’ un asso per complicarsi lui stesso la vita.

L’uomo quantico“: E’ colui che, talmente preso dalle sue teorie esistenziali,  non riesce, non solo ad uscirne vivo, ma a vivere la quotidianità delle cose e di una relazione. Vive in mondo tutto suo, dove regna prevalentemente  il caos. Nessuna è alla sua altezza.

L’uomo infedele indeciso”: E’ colui che ti accompagna in un viaggio tra finzione e realtà, e dove il piacere sessuale non riesce mai ad essere appagato fino in fondo. E’ infedele si, ama spasmodicamente le donne, ma preferisce lasciarsi sedurre piuttosto che sedurre perché così si sente meno in colpa.

“L’uomo al secondo giro di boa”: E’ colui che ha già vissuto, con la sua ex moglie, le meravigliosi aspettative e illusioni di un matrimonio e le gioie di un figlio. Solitamente quest’uomo predilige pseudo storie con altre 1500 donne visto che deve sfogare la sua delusione da qualche parte.

“L’uomo bisognoso”: E’ la versione femminile della donna da salvare.  Quest’uomo ha bisogno dell’amore. Non desidera l’amore. E per questo sceglie attentamente la sua preda: sicura, forte, determinata, spesso potente. Deve essere principalmente protetto e rassicurato. Si lascia guidare molto volentieri e cerca una compagna che possa renderlo migliore e compensare le sue incertezze. Cerca conferme ovunque, anche nella scatola delle scarpe o nella tazzina da caffè!

“L’uomo impotente”: E’ colui che, come lo stitico sentimentale, soffre di un disturbo che può  avere conseguenze molto pericolose per le donne. Soprattutto perché non vuole  ammetterlo a se stesso. Così si da il via ad un viaggio molto pericoloso dove la donna che gli resta accanto, diventa una sorta di cavia. Non le mancherà nulla se non una vita sessuale soddisfacente.

“L’uomo narciso”: E’ colui che è innamorato principalmente di se stesso e del suo specchio, che diventa il suo miglior confidente. E’ un uomo concentrato su di se e quando esci con lui il suo chiederti come stai significa: come sto? Relazionarsi ad un narcisista è un lavoro a tempo pieno. Devi sempre farlo sentire sul palcoscenico e con il ruolo da protagonista!.

“L’uomo wellness”: E’ colui che è totalmente dipendente dal suo benessere fisico. Un benessere legato principalmente ad un aspetto esteriore.  E quando ti incontra, spesso predilige appuntamenti in piscina per testare la tua forma fisica. Non perderà l’occasione per farti sentire poco soda o decadente.

“L’uomo senza sale e senza sesso”: E’ colui che presenta una carattere adorabile, buono, generoso, educato, elegante, ma quello che  gli manca e’ il peperoncino. Sembra totalmente asessuato e uscire con lui equivale alla morte della donna e della sua femminilità.

“L’uomo bifasico”: E’ colui che potrebbe essere paragonato a Dott. Jekyll e Mr. Hyde. Presenta una personalità davvero ambivalente, poiché passa, alla velocità della luce, da momenti di grande gioia, tenerezza e generosità a momenti di penombra, cattiveria gratuita e scatti di aggressività inconcepibili all’occhio umano.

“L’uomo con il complesso edipico”: E’ colui che non ha mai perso il cordone ombelicale. Non perde mai occasione di paragonare le cose che fai a quelle che fa sua madre. Guai a farglielo notare. Non è minimamente consapevole di questa gabbia dorata in cui vive.

“L’uomo mignatta”:  E’ colui che può essere definito anche uomo colla, piattola o, nel peggiore dei casi lo sfigato di turno, perché si attacca a te in modo morboso. Concepisce solo un rapporto esclusivo dove non sono contemplati spazi per amici o altro. Ci sei solo te, anche perché chi lo prenderebbe? Fin dalla prima uscita mostra segni inconfondibili di un attaccamento patologico.

“L’uomo stanco”: E’ colui che fin dal primo appuntamento ti dice che fa un lavoro talmente pesante e che deve trovare un giorno in cui non lavora per poter uscire con te. E’ troppo stanco e floscio per affrontare una donna. Il sabato resta, pertanto, l’unica opzione fattibile per poterlo conoscere. Quest’uomo ha un attaccamento morboso con il suo divano, per poi saltare nel letto quando la forza glielo consente.

“L’uomo camaleontico”: E’ colui che si adatta e cambia personalità, e colore, a seconda della donna che ha accanto. E’ caratterizzato da un scarsa personalità. Non si capisce mai come la pensa, se non dopo che la donna ha espresso la sua idea. Le va dietro come un segugio pur di compiacerla.

“L’uomo quasi perfetto”:  E’ colui al quale non manca niente. E’ generoso, è bello, è tenero, ti ascolta, ti coccola, si preoccupa per te e il sesso raggiunge l’apice della perfezione…Grattando si scoprirà però una bella sorpresa. Un’identità sessuale non ben definita o accettata.

In quante di queste tipologie di uomini ci siamo imbattute nella nostra vita? E di chi ci siamo innamorate e perché? Me lo chiedo anch’io, ma la maggior parte di noi donne è fatta così: masochista e bisognosa. Non crediamo di meritarci un uomo meraviglioso e di poter essere felici, ma crediamo, piuttosto, che con le sole nostre cure amorevoli, possiamo migliorare chi ci sta accanto, anche il più deplorevole degli uomini, anche un serial killer. Nessun rospo è mai diventato principe. Smettiamola, dunque, di vedere mantelli azzurri  dove non ci sono. Il prontuario per donne single è una raccolta in pillole che volevo condividere  con tutte quelle donne che, sopraffatte dalle loro sventure amorose, continuano, nonostante le loro migliori intenzioni, a creare gli effetti peggiori ossia allontanare la possibilità di avere una sana relazione.

Condividi