Immigrazione: allarme Unione europea” La situazione è difficile e peggiorerà”

173

Sul fronte immigrazione, la situazione purtroppo è davvero diventata pericolosa ed insostenibile per l’Europa ma ancora di più per il nostro Paese che continua ad accogliere migranti che approdano in migliaia sulle nostre coste. “La situazione nel Mediterraneo è grave e peggiorerà nelle prossime settimane e mesi ma dobbiamo essere franchi, la Commissione non può fare da sola”questo quanto dichiarato da Natasha Bertaud ovvero il portavoce del Commissario agli Affari interni ed all’immigrazione appellandosi ai governi.

La stessa Natasha ha anche aggiunto: “Non abbiamo la bacchetta magica perché non abbiamo i fondi né il sostegno politico per lanciare operazioni europee di salvataggio”. Intervenuta sulla vicenda anche MArgaritis Schinas, portavoce dell’esecutivo comunitario la quale ha dichiarato: “L’emergenza immigrazione è la priorità delle priorità per la Commissione europea che sta lavorando intensamente per finalizzare entro maggio la nuova strategia.Agiremo perché la grandezza del fenomeno è tale che non può attendere. Ma il solo modo per cambiare la situazione è cambiarla alla fonte, ovvero in Libia, Siria ed Iraq”. Intanto come già anticipato sulle coste italiane e soprattutto sulle coste siciliane nell’ultima settimana sono sbarcati migliaia di migranti; sono circa 7.850 i migranti salvati in mare dalla guardia costiera italiana ma non ci sono ancora conferme affidabili sull’annegamento di 400 persone nelle ultime ore.

Proseguono anche gli arresti degli scafisti; nella giornata di ieri la polizia ha arrestato circa 4 scafisti mentre un cittadino tunisino di 44 anni è stato sottoposto a fermo dagli agenti della Questura di Taranto sospettato di essere lo scafista di 357 immigrati soccorsi nel canale di sicilia e poi trasportati nel capoluogo ionico.

Condividi