IMU Seconda Rata, Saccomanni: “Difficile trovare coperture per seconda rata”

812

IMU Seconda Rata- Difficile trovare i fondi

IMU Seconda Rata per eliminarla è necessario trovare i fondi- Un argomento su cui c’è stato molto dibattito in politica negli ultimi mesi è stato quello dell’IMU. Il ministro dell’Economia Saccomanni è tornato a parlarne in una conferenza stampa svoltasi a Londra dichiarando: “Non faccio annunci di politica fiscale in tv  prima si prendono le decisioni e poi si annunciano. In ogni caso non sarà facile evitare la seconda rata dell’Imu, ma si può fare. Si tratta di trovare il consenso politico“.


Intanto gli italiani sono sempre più in difficoltà. Il calo dei consumi ha tagliato anche il gettito dell’Iva. Nel periodo gennaio-settembre le entrate relative all’imposta sul valore aggiunto sono risultate pari a 75,079 miliardi di euro, in calo del 4,7% (-3,697 miliardi) rispetto ai primi 9 mesi dello scorso anno e nel calcolo non entra l’aumento dell’IVA al 22% che riduce ulteriormente il gettito.

Sulla questione IMU è intervenuto anche Fassina,viceministro dell’Economia che a Canale 5 ha detto: “Garantisco che gli italiani non pagheranno la seconda rata dell’Imu.

Il problema della copertura potrebbe essere risolto dalle privatizzazioni, che secondo Saccomanni,  “Sono uno strumento importante per accelerare il processo di declino del deficit rispetto al Pil, che per noi è importante. C’è l’impegno a fare un programma che vorremmo rendere noto entro l’anno”.

Tutto questo non dimenticando che, nel 2014,  in sostituzione della Tares e dell’Imu, è prevista infatti l’acronimo Trise, la quale è costituita da due componenti: la prima a copertura dei costi per la gestione dei rifiuti solidi urbani (Tari), la seconda a fronte dei costi relativi ai servizi indivisibili dei Comuni (Tasi).

Condividi