Inchiesta sulla Xylella, Guario e Boscia ascoltati in Procura

279

Il responsabile dell’Istituto di Virologia del Cnr di Bari Donato Boscia e l’ex responsabile dell’Osservatorio Fitosanitario della Regione Puglia Antonio Guario, i due tecnici, autori del piano anti Xylella, sono stati ascoltati dai pm Roberta Licci ed Elsa Valeria Mignone della Procura della Repubblica di Lecce per diverse ore e separatamente. L’inchiesta in corso ha come obbiettivo quello di capire in che modo la Xylella sia arrivata nel Salento e se nei ritardi delle attività atte a contrastare possano esserci responsabilità. L’ipotesi è di reato, a carico di ignoti, e di diffusione colposa di una malattia alle piante.

Roberta Licci ed Elsa Valeria Mignone hanno voluto sentire i due tecnici che hanno realizzato,il piano anti Xylella insieme ad altri operatori e disposto dalla Protezione civile. Le audizioni sono durate molte ore. I due sono stati ascoltati separatamente e hanno ricostruito le varie fasi della vicenda in cui sono stati coinvolti, ognuno per il proprio ruolo, dall’estate 2013,  quando la malattia fu diagnosticata sino alla stesura del piano d’intervento varato dal commissario per l’emergenza Giuseppe Silletti.tribunale

Intanto gli effetti del contagio si fanno sentire: La Francia chiude le porte alla Puglia. Da lunedì, entrerà in vigore il divieto varato dal ministro dell’Agricoltura, Stephane Le Foll, alle importazioni delle piante a rischio Xylella fastidiosa, il batterio ritenuto tra le cause della moria di ulivi nel Salento. “In attesa dell’attuazione di un dispositivo europeo – si legge in una nota ufficiale – il ministro ha deciso di adottare misure nazionali.

La Xylella fastidiosa è un batterio Gram negativo della classe Gammaproteobacteria, famiglia delle Xanthomonadaceae, noto per essere un microrganismo dannoso per le coltivazioni agricole provocando la malattia di Pierce nella vite, la clorosi variegata (CVC) degli agrumi e il disseccamento degli ulivi. Innesca pure malattie in altre piante quali nel pesco, la bruciatura delle foglie di oleandro, negli agrumi il cancro degli agrumi; è stato segnalata una notevole incidenza anche su prugno, ciliegio e mandorlo.

Condividi