Intercettazioni Merkel- A rischio anche altri 35 Leader

870
INTERCETTAZIONI-MERKEL

Intercettazioni Merkel- Novità e richieste di chiarezza e intanto la Merkel si difende

Intercettazioni Merckel spiega che non è cambiato nulla, durante una conferenza stampa afferma di non aver smesso di comunicare telefonicamente e di continuare a dire sempre le stesse cose, quelle idee che da sempre ha avuto.
La cancelliera utilizza linee telefoniche criptate per quel che riguarda le comunicazioni di stato, ma non si sa ancora quale dei suoi telefonini sia stato intercettato, ammesso che sia vera la storia delle intercettazioni.
Il Guardian aveva fatto esplodere la questione, che attualmente non è stata né confermata né smentita, ma tutto questo è bastato ad incrinare i rapporti da Usa Ue, sicuramente si è creata qualche tensione e la fiducia è andata scemando.

I premier europei hanno risposto tutti all’unanimità chiedendo Chiarezza e Verità.


A rischio altri 35 leader– Il Guardian spiega che nelle liste dei leader controllati ci sarebbero altre 35 persone, inoltre trapela un memorandum riservato di Edward Snowden, del 2006, in cui 200 numeri di telefono, compresi quelli dei suddetti leader, che sarebbero finiti nelle mani della Nsa, che avrebbe “incoraggiato i funzionari a condividerei numeri da intercettare”

Tutto questo accade mentre Obama si prepara a riformare i servizi segreti americani, una “revisione” delle tecniche di acquisizione dei dati utilizzati per le intercettazioni e una rivalutazione delle tecniche di spionaggio, entro il prossimo anno verranno rimpiazzati coloro che siedono ai vertici del Nsa: Alexander e il suo Vice Inglis.

La Casa Bianca Non si pronuncia, ma senza dubbio sarà preoccupata per le reazioni e le conseguenze legate alla questione, gira voce di uno stop del Parlamento di Bruxelles al libero scambio con gli States e alla politica antiterroristica bilaterale.

L’America è interessata a mantenere saldi i legami economici e di sicurezza con l’Europa, tra l’altro l’attività di spionaggio è mirata ad arginare il problema del terrorismo dal quale America e Europa devono difendersi.

Leggi anche:

In Russia presto monitorato tutto il traffico internet

Condividi