Isis: allarme uso bombe al cloro in Iraq

226

Nella giornata di ieri è emerso che l’Isis sembra che stia utilizzando bombe al cloro nei suoi attacchi, bombe molto potenti che sprigionano nell’aria un terribile fumo arancione.

La notizia è stata diffusa da fonti ufficiali irachene, le quali si sono basate su immagini diffuse dalla Bbc visibili anche sul sito dell’emittente. Già lo scorso anno era stata diffusa la notizia di un possibile uso di gas clorino da parte delle truppe ma soltanto in questi giorni è giunta la conferma ufficiale da parte delle autorità irachene. Solo alcune settimane fa il nucleo degli artificieri iracheni ha fatto esplodere un ordigno senza pensare che questo potesse contenere agenti chimici.

Isis allarme uso bombe al cloro in Iraq

Ed ancora nelle scorse settimana Haider Taher, un funzionario ha dichiarato quanto segue: “Abbiamo avvertito bruciori alla gola, difficoltà respiratorie. Un’ambulanza era nelle vicinanze ed è stata la nostra fortuna”.Purtroppo come già anticipato si tratta di un‘arma piuttosto pericolosa, soprattutto per chi si trova a contatto con questa nube tossica; il cloro infatti brucia i polmoni proprio quando questo viene inalato in grandi quantità.Risulta essere dannoso e pericoloso certo non come il gas nervino. Tali bombe al cloro, sembra che siano state prodotte in modo rudimentale;si tratta di un’arma utilizzata dalle truppe dell’Isis contro l’offensive delle truppe irachene e delle milizie sciite a Tikrit, ovvero la città di Saddam Hussein che nei giorni scorsi è stata sottratta per tre quarti al controllo degli jihadisti dell’Isis.  Intanto nei giorni scorsi le milizie irachene hanno compiuto importanti progressi conquistando terreno, ovvero posizioni strategiche nei quartieri di al Qadsiyah, al Hayakel, al Daiyoum, al Asry e al Sinai. 

Condividi