Istanbul: attentato ad una rivista islamica,un morto e tre feriti

274

Avvenuta nella giornata di ieri una fortissima esplosione ad Istanbul che ha provocato un morto e tre feriti. L’esplosione è avvenuta proprio davanti la sede di Adilmar, ovvero la rivista islamica che da sempre si è posta contro l’imperialismo occidentale.

La notizia è stata riferita dalla polizia locale, che ha reso noto anche il bilancio dell’esplosione, ovvero un morto e tre feriti. La vittima si chiamava Unsal Zor,ed era un collaboratore del giornale il quale aveva aperto il pacco che purtroppo si è rivelato un pacco bomba, e che era stato lasciato proprio davanti l’ingresso della rivista, sito nel quartiere Kagithane. Tra i feriti invece, la polizia fa sapere che vi è il caporedattore della rivista, ovvero Ali Osman Zor, il fratello della vittima.

Istanbul attentato ad una rivista islamica,un morto e tre feriti

 Sembra che l’attacco sia stato rivendicato da un gruppo turco, che stando a quanto emerso sarebbe nato alcuni giorni fa, ovvero lo scorso 19 marzo e che si è fatto conoscere sotto il nome di Unità per la difesa del popolo. “La rivista Adimlar è stata punita perché giustificava i massacri.La nostre azioni continueranno finché continueranno questi discorsi. Difendere gli assassini è un crimine, nessuna azione contro i rivoluzionari rimarrà impunita”, avrebbe dichiarato l’organizzazione su Twitter. Rimangono, tuttavia, da accertare alcune dinamiche e le motivazioni che hanno indotto a questo terribile gesto. Intanto, alcune fonti intervistate dalla CNN attribuiscono l’attentato a CIA e Mossad, definendolo così un’operazione di Intelligence coordinata tra Stati Uniti ed Israele. I tre feriti sono stati trasportati negli ospedali della zona, dove sono stati ricoverati.

Condividi