Italicum, ancora polemiche e scontri in aula Boschi “No al voto segreto”

329

Si torna a parlare dell’Italicum, e finalmente la Commissione Affari Costituzionali della Camera ha approvato la riforma elettorale che dal prossimo lunedì passerà all‘attenzione dell’Aula.Finalmente, dopo giorni di polemiche è arrivato il via libera all’Italicum dalla Commissione Affari costituzionali, e nello stesso tempo è stato affidato ai relatori Gennaro Migliore e Francesco Paolo Sisto il mandato di presentare il provvedimento in Aula.Dunque la riforma della legge elettorale finalmente passerà all’esame dell’Aula di Montecitorio il prossimo lunedì e questo lascia presupporre altri giorni di polemiche e scontri. Intervenuta il Ministro delle Riforme, Maria Elena Boschi la quale ha dichiarato:

“I gruppi parlamentari rinuncino a chiedere il voto segreto in aula sulla riforma elettorale. «Io mi auguro che i partiti decidano tutti insieme di discutere questo provvedimento senza bisogno di ricorrere ai voti segreti che è una possibilità concessa dal regolamento e quindi chiaramente è una facoltà dei gruppi chiederlo, su questo non c’è dubbio. Ma penso che le battaglie si possano giocare a viso aperto. Vediamo quello che succede mi sembra però che Forza Italia abbia già annunciato la richiesta di voto segreto in maniera ufficiale”.

Nella giornata di ieri Matteo Renzi alla luce di quanto accaduto in questi giorni, sul proprio profilo Facebook ha scritto quanto segue:“Da anni diciamo che è una priorità cambiare la legge elettorale. Fermarsi oggi significherebbe consegnare l’intera classe politica alla palude e dire che anche noi siamo uguali a tutti quelli che in questi anni si sono fermati prima del traguardo. Ma no, noi non siamo così”. 

Condividi