Italicum: la fiducia sulla riforma elettorale scatena l’ira dell’opposizione

283

Italicum: Fiducia sulla riforma elettorale da parte del Governo, fiducia che ha scatenato l‘ira delle opposizioni.Nella giornata di oggi nel pomeriggio si voterà la prima delle tre questioni di fiducia mentre le altre due passeranno all’esame di Montecitorio nella giornata di domani. Molto probabilmente il voto finale arriverà la prossima settimana. Come abbiamo detto tale fiducia non ha fatto altro che scatenare l’ira dell’opposizione, soprattutto da parte di Forza Italia e Movimento cinque stelle.

Nello specifico Brunetta ha dichiarato: “Non consentiremo il fascismo renziano. Faremo di tutto per impedirlo, dentro e fuori questa Aula. Non consentiremo che questa Aula sia ridotta a un bivacco di manipoli renziani”. Intervenuto anche Matteo Salvini il quale ha dichiarato: “è il segno che Renzi ha una paura folle. Non è audacia la sua ma il ruggito del coniglio, di uno che si accorge che sta perdendo consensi. I conti con lui li facciamo democraticamente il 31 maggio nelle urne elettorali”.

Il Premier Matteo Renzi ha invece affermato: «Dopo anni di rinvii noi ci prendiamo le nostre responsabilità in Parlamento e davanti al Paese. Senza paura.La Camera ha il diritto di mandarmi a casa, se vuole: la fiducia serve a questo. Finché sto qui, provo a cambiare l’Italia.Sulla legge elettorale sono giorni di polemica e discussione. Rispetto le posizioni di tutti e di ciascuno. Fa male sentirsi dire che siamo arroganti e prepotenti: stiamo solo facendo il nostro dovere. Siamo qui per cambiare l’Italia. Non possiamo fermarci alla prima difficoltà». 

Condividi