Italicum: l’assemblea vota in modo favorevole con 190 si

256

Finalmente con 190 voti favorevoli passa l’Italicum alla fine di un’infuocata assemblea.Il testo dunque verrà approvato giusto così com’è senza cambiare nulla. E’successo di tutto, ovvero Roberto Speranza in seguito a questa decisione si dimette da capogruppo, la minoranza chiede di sospendere i lavori dell’assemblea ma nonostante tutto i lavoro procedono. Ed ancora Civati, Bindi , Fassina, D’Attorre e altri si alzano e vanno via, al contrario di Bersani il quale decide di restare e di prendere la parola dichiarando: : «Se si vuole, si può cambiare. Se non volete farlo, non sono convinto, se si va avanti così non ci sto».Nonostante tutto però la votazione è stata favorevole e come anticipato con 190 voti favorevoli l’Italicum passa. Renzi subito dopo la votazione decide di parlare e chiede a Speranza di riflettere ancora sulle sue dimissioni e propone a tal riguardo un’assemblea che dovrebbe riunirsi la prossima settimana.

Il “dissenso sull’Italicum è profondo.”Non sono nelle condizioni di guidare questa barca perciò rimetto il mio mandato di presidente e non smetto di sperare che questo errore che stiamo commettendo venga risolto” dichiara Speranza intervenuto subito dopo l’appello del Premier.

Speranza e tutta l’area riformista hanno comunque deciso di non partecipare al voto dell’assemblea nonostante abbiano comunque deciso di rimanere per evitare che si interpreti la rottura come un preannuncio di scissione. Ma la situazione ad oggi sembra recuperabile,visto che anche le dimissioni del capogruppo non sono definitive. Nel chiudere l’Assemblea Matteo Renzi dichiara: «Tutti i membri della commissione accettino il deliberato dell’assemblea sulla legge elettorale». 

Condividi