Jobs Act, dati incoraggianti diffusi dal Ministero del Lavoro +92mila unità a marzo

191

Jobs Act: Nella giornata di ieri sono stati resi noti i dati relativi all’occupazione nel mese di marzo e al di sopra di ogni aspettativa sono stati piuttosto positivi, circa 92mila unità in più. La notizia è stata accolta con grande entusiasmo soprattutto dal Presidente Mattarella il quale ha dichiarato: “Sono dati iniziali ma incoraggianti”.I dati diffusi, di certo incoraggianti, sono stati rilevati dal Ministero del Lavoro e ovviamente si tratta soltanto di dati parziali e dunque vanno presi con la massima cautela, però come già anticipato sono incoraggianti e fanno ben sperare in un futuro roseo, dopo tanti anni di crisi che ha colpito il nostro paese. Intervenuto anche il Ministro Poletti il quale, come Mattarella ha invitato a prendere con cautela i dati diffusi dal Ministero del Lavoro che nonostante siano positivi non testimoniano che la disoccupazione sia in calo. “Bisogna “essere misurati e cauti, perché si parla di “contratti di lavoro, non di nuovi posti di lavoro e si tratta di un dato qualitativo”, ha dichiarato il Ministro Poletti.

 “Aumentano in maniera importante, quindi almeno un obiettivo lo abbiamo raggiunto.Sull’occupazione dobbiamo aspettare i dati dell’Istat che fa una valutazione non dei contratti ma di tutte le posizioni lavorative” ha aggiunto il Ministro Poletti. Sulla questione è anche intervenuta Susanna Camusso ovvero la leader della Cgil la quale ha dichiarato i dati diffusi in questo modo:“Ma di quali dati parliamo quelli dell’ufficio stampa propaganda? E’ una modalità un po vecchia di fornire i dati… ero piccola quando hanno abolito gli uffici stampa propaganda. Il dato di marzo non è diverso da quello del mese scorso. Questi dati ci dicono solo che c’è una grande decontribuzione e che viene utilizzata”. 

Condividi