Joni Mitchell, ricovero urgente a Los Angeles per un malore

373

Joni Mitchell, la 71enne cantautrice canadese, è stata ricoverata in terapia intensiva per essere sottoposta a una serie di controlli clinici, l’anziana artista è stata trasferita d’urgenza in un ospedale di Los Angeles dopo essere stata trovata ieri pomeriggio priva di sensi nella sua abitazione, ma aveva ripreso conoscenza gia’ durante il trasporto in ambulanza. Gli ultimi aggiornamenti comunque parlano di una Joni cosciente e con il morale alto; seguiranno altri bollettini medici, intanto con grande spirito e verve, nonostante il malessere che l’ha colpita l’artista invita i fan ad “accendere una candela e cantare una canzone, facendole gli auguri”.

L’artista, è un’icona non solo della musica contemporanea ma anche attiva sostenitrice delle lotte sociali, Joni da anni soffre della sindrome di Morgellons, una discussa e controversa patologia caratterizzata da sensazioni cutanee quali fitte, prurito, formicolio, punture, come se il corpo fosse aggredito insetti e simili; ma sono solo sensazioni. Negli ambienti medici americani una semplice forma di psicosi, in pratica un disturbo mentale e non fisico, ma Mitchell ha piu’ volte dichiarato di volersi battere affinche’ chi ne e’ affetto “riceva la credibilita’ che gli e’ dovuta”.

Joni_Mitchell

BIO: Joni Mitchell, è una cantautrice e pittrice canadese, da ragazza fa una lunga gavetta tra café canadesi e locali statunitensi nei quali stava nascendo una nuova generazione di musicisti folk, Joni Mitchell ottenne il successo commerciale alla fine degli anni ’60, definendo uno stile che farà epoca e sarà fonte d’ispirazione per tutte le cantautrici dei decenni successivi. Il suo impatto sul cantautorato al femminile, di cui è considerata la vera capostipite, è paragonabile a quello di artisti come Bob Dylan.

Condividi