La svizzera: Pronta a mettere a letto milioni di italiani

239

L’influenza del 2015 si chiama “La svizzera”, un nuovo virus pronto a costringere a letto milioni di italiani. Secondo le fonti nazionali il picco dovrebbe durare altre due settimane ed è probabile che uno dei classici malanni di stagione, colpirà i bambini e gli adulti anche nel mese di marzo.
Pare che il pericolo influenza suina sia stato superato, almeno secondo i dati rilasciati dal Rapporto Epidemiologico. Visto che si tratta di una nuova forma virale, il consiglio è quello di fare la vaccinazione e attenzione alle abitudini alimentari.
Le dichiarazioni arrivano da parte del Dott. Piercarlo Salari, pediatra di consultorio a Milano. Oltre alle solite norme igieniche che vengono sempre raccomandate, si consiglia la vaccinazione come ogni anno. La forma virale è più forte di altri ceppi che hanno colpito gli italiani negli scorsi anni, quindi basterà qualche giorno di riposo per ritrovare la forza di rimettersi in piedi.

Un virus particolarmente aggressivo
In merito alla dichiarazione rilasciata da questo dottore, altri esperti dicono che sono a rischio anche le persone già vaccinate, anche se avranno sintomi meno forti. All’inizio dell’infezione il medico curante dovrà prescrivere i classici antivirali disponibili in commercio per combattere il virus particolarmente aggressivo.
Non ci resta che prepararci, se invece siete già tra i fortunati che hanno avuto il raffreddore e i relativi sintomi, forse potete tirare un sospiro di sollievo e riprendere la vita tranquillamente, almeno fino alla prossima influenza.
Voi vi siete vaccinati contro la svizzera? Febbre alta e muco intenso sono i sintomi principali della nuova influenza “straniera”.

Condividi