Lampedusa, altra tragedia nel mare 29 vittime per ipotermia

1107

Altra strage del mare, sempre alle coste di Lampedusa, dove un barcone carico di extracomunitari è stato soccorso al largo dell’isola. Da quanto emerso, le vittime sarebbero circa 29, tutte decedute per ipotermia e tutti giovanissimi, altri migranti sono state soccorsi dai mezzi della Guardia Costiera Italiana e da un mercantile.

Una delle due motovedette della Guardia Costiera è già giunta a Lampedusa, ed i migranti sono stati trasportati con l’elisoccorso a Palermo; molti sono in gravissime condizioni di salute.“Orrore al largo di Lampedusa. Persone morte non in un naufragio, ma per il freddo. Queste le conseguenze del dopo Mare Nostrum“, questo quanto dichiarato dal Presidente della Camera Laura Boldrini. Nelle prossime ore è attesa la seconda motovedetta con a carico 105 migranti, ma non è escluso che potrebbero esserci anche altri cadaveri.Lampedusa-altra-tragedia-nel-mare-29-vittime-per-ipotermia

«I 366 morti di Lampedusa non sono serviti a niente, le parole del Papa non sono servite a niente, siamo tornati a prima di Mare Nostrum.Ecco perché è necessario intervenire davvero in maniera più strutturale e soprattutto non illudendosi che Triton possa essere la soluzione. E’ necessario sottoscrivere al più presto accordi internazionali con i Paesi d’origine. Trattati bilaterali in cui il governo italiano abbia un ruolo reale nella gestione dell’emergenza in modo da governare questi flussi senza farsi sopraffare. Patti con Ankara, oltre che con Egitto e Tunisia, per obbligarli a controllare il flusso delle partenze aumentando la vigilanza nei porti come è già stato chiesto senza però ottenere alcun risultato», questo quanto dichiarato dal Sindaco di Lampedusa, ovvero Giusi Nicolini. 

Condividi