Lattuga rossa segreto di giovinezza

2581

Lattuga rossa: da un’ interessante studio condotto da un gruppo di ricerca del Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Agro-ambientali dell’Università di Pisa svolto in collaborazione con il Dipartimento di Biologia Vegetale e Ecologia dell’Università dei Paesi Baschi e il laboratorio di Spettroscopia EPR-ENDOR NMR del CNR di Pisa, è emerso che se la lattuga ha una colorazione rossa molto intensa, più forte sarà anche il suo effetto antiossidante e contrastante dei radicali liberi, che nell’organismo umano sono i primi responsabili dell’invecchiamento e del danno cellulare che porta a sviluppare molte patologie.

Una ricerca importante iniziata nel 2011 e che ha svelato dettagli preziosi utili a migliorare la qualità della vita attraverso una alimentazione intelligente; la ricerca e ttuti i suoi esiti sono stati pubblicati sulla rivista “Journal of Agricultural and Food Chemistry” in un articolo dal titolo “Phenolic composition and related antioxidant properties in differently coloured lettuces: a study by Electron Paramagnetic Resonance (EPR) kinetics”.

La  professoressa Annamaria Ranieri dell’Ateneo di Pisa che ha coordinato la ricerca ha illustrato i dettagli e le varie fasi dello studio:“La lattuga è ricca di composti che presentano ‘attività antiradicalica’ come i fenoli, tra i quali le antocianine, e vitamine come la A e la C, tuttavia, come abbiamo dimostrato più la pigmentazione è rossa e più aumenta la presenza di antiossidanti caratterizzati da un’alta velocità di reazione nei confronti dei radicali liberi, con il risultato che l’attività antiossidante totale risulta maggiore nella lattuga a foglia rossa rispetto a quella verde-rossa e verde. Ma attenzione la diversa velocità nell’azione di contrasto dei radicali liberi non significa che alcuni antiossidanti siano preferibili ad altri e infatti, a seconda della loro solubilità nella matrice organica e alla diversa capacità detossificante, gli antiossidanti veloci, come le cianidine, sono capaci di reagire rapidamente con i radicali proteggendo le cellule dall’ossidazione, mentre quelli ad azione lenta, come i carotenoidi, possono avere un’azione più prolungata nel tempo a livello del nostro organismo”.

Le lattughe utilizzate per lo studio e che sono state attentamente analizzate sono: la “Batavia”, dal colore verde, la “Marvel of Four Seasons”, che ha una colorazione verde-rossa, e la rossa totale “Oak Leaf” ; lo studio è stato condotto per mezzo delle tecniche di Electron Spin Resonance, che hanno dimostrato che tra il comportamento cinetico degli estratti di lattuga, e la relativa composizione in metaboliti antiossidanti c’è una specifica relazione.

Condividi