Le batterie del futuro realizzate in alluminio

244

L’università di Stanford ha annunciato che la batterie del futuro, per cellulari e dispositivi mobili, saranno in alluminio; questo perchè è stato sperimentato con successo un prototipo di nuova generazione capace di sopportare 7.500 cicli di ricarica senza perdere potenza, davvero un risultato straordinario, visto che le attuali batterie al Litio, sono in grado di sopportare appena 100 cicli prima di deteriorare le proprie prestazioni; la novità porterà anche un vantaggio economico non indifferente dato che li litio è molto più caro dell’alluminio e altri tipi di batterie sono inquinanti.

Il geniale prototipo costruito a Stanford ha l’elettrodo negativo in alluminio (anodo) e quello positivo (catodo) in grafite. I due elementi sono stati posti in una soluzione di sale liquido, a temperatura ambiente, all’interno di un polimero flessibile che ha la funzione di conduttore.

batterie

Le batterie in alluminio messe a punto a Stanford sono destinate a sostituite brillantemente la maggior parte delle batterie di tipo tradizionale, come quelle alcaline molto inquinanti, e quelle agli ioni di litio, potenzialmente pericolose se utilizzate in modo scorretto. Grazie alle loro caratteristiche uniche, le batterie di nuova generazione si ricaricano molto velocemente, durano moltissimo e sono economiche. Il mercato industriale guarda da tempo all’alluminio come materiale alternativo da valorizzare, duttile, economico si offre a una vasta gamma di utilizzi. Con le nuove batterie in alluminio tutti i dispositivi elettronici saranno maggiormente utilizzabili anche fuori casa grazie alla durata delle ricariche. Finisce l’epoca quindi dei cellulari scarichi proprio quando ci si trova fuori casa e spesso con la batteria del telefono a terra.

Condividi