Le ‘tute nere’ devastano Milano, undici agenti feriti, dieci arresti

270

Le tute nere: La festa a Milano per l’Expo colorata dalle bandiere di ogni stato si è sporcata di nero; il nero indossato delle tute e dei cappucci delle centinaia di antagonisti che, all’interno della ‘May Day Parade’, hanno devastato la citta’.

una vera guerriglia che ha stretto Milano nella morsa del terrore in un giorno che doveva essere di solare confronto e sinergia; la Milano che si era preparata all’Expo con grandi speranze e una veste accogliente oggi si è ripiegata su stessa, schiacciata dalla violenza dei black bloc, decine di auto in fiamme hanno ammorbato le belle vie meneghine e gettato i milanesi in un atmosfera da incursione aerea con le sirene dei clacson impazzite per il calore delle fiamme.

lanci di bombe carta e di molotov, decine di negozi  e vetrine devastate, strade lerce per gli atti di vandalismo e gli attacchi alle forze dell’ordine, che erano schierate in gran numero per impedire l’entrata dei vandali nelle aree più sensibili. Ma a nulla è valso lo sforzo degli agenti, la città è stata messa a ferro e fuoco in ogni dove, senza controllo; in molte vie della città i residenti si sono barricati in casa, gli incappucciati imperversano armati d esaltati.

Poi magicamente con alta strategia delinquenziale  alle 18, come se nulla fosse si cambiano d’abito, tornano a essere cittadini normali per poi disperdersi in “borghese” per le vie della citta’. Una foto che diventerà virale è il simbolo della giornata: decine di tute e caschi neri, E maschere antigas, vengono abbandonati per terra, gettati via per rinnegare anche l’ultimo falò che devasta l’auto di un povero cittadino che ha dato l’anima per pagarne le rate.

Condividi