L’Inps Richiede Un Centesimo ad un Pensionato

835

E’ Accaduto ad un Pensionato di Riccione. Ha ricevuto una raccomandata costata all’ente 5 euro, nella quale l’Inps Richiede un Centesimo accreditato erroneamente sulla sua pensione dal 1 Gennaio 1996 al 31 Dicembre 2000.


La strana Richiesta da parte dell’Inps è arrivata ad un pensionato di 84 anni,Emilio Casali, di Riccione. Infatti, l’uomo ha ricevuto un bollettino urgente in cui veniva espresso che nel periodo che va dal 1 gennaio 1996 al 31 dicembre del 2000, gli è stato pagato un centesimo di euro in più sulla pensione.

Questa è la dicitura presente sulla raccomandata: “Sono state corrisposte quote di pensione non spettanti in quanto l’ammontare dei redditi personali è superiore ai limiti della legge 335 del 1995”.

Dunque, una raccomandata costata 5 euro più i costi della carta, i costi dei dipendenti per impostare la pratica, i costi per recarsi alla posta per pagare il bollettino e i costi del bollettino per incassare la bellezza di 0,01 euro.

Le particolarità non finiscono qui. Infatti, insieme alla notizia in cui l’Inps Richiede un Centesimo e al bollettino da pagare, il pensionato ha ricevuto anche un’agevolazione: c’è la possibilità di recarsi in un uno degli uffici Inps territoriali e verificare la possibilità di rateizzare il rimborso di un centesimo.

Inoltre, l’Inps suggerisce, qualora il cittadino ritenga ingiusta la Richiesta, può proporre un’azione giudiziaria da notificare direttamente alla sede romana.

Leggi Anche:

Multa in Base al Reddito

Quanto Aumenteranno le Sigarette?

 

 

 

 

 

Condividi