L’Italicum, arriva la nuova legge elettorale: ecco cosa c’è da sapere

966

L’Italicum, dunque, da ieri è legge visto che la Camera ha approvato in via definitiva dopo le tre fiducie al governo votate la scorsa settimana. Si tratta di un sistema elettorale proporzionale con premio di maggioranza che entrerà in vigore solo nel luglio 2016. L’Italicum, è un proporzionale che assegna un premio di maggioranza alla lista che supera il 40%, e qualora nessun partito raggiunge tale percentuale si svolge un secondo turno tra i due partiti più votati, per l’assegnazione del premio.

Previsti 100 Collegi plurinominali presentate in 20 circoscrizioni elettorali suddivise nell’insieme in 100 collegi plurinominali, fatti salvi i collegi uninominali nelle circoscrizioni Valle d’Aosta e Trentino Alto Adige per le quali verranno reintrodotti i collegi uninominali.

L‘Italicum fissa un premio di maggioranza, ovvero nello specifico verranno attribuiti 340 seggi alla lista che ottiene su base nazionale almeno il 40 per cento dei voti validi. E poi ancora, sulla base di questa nuova legge elettorale entrano alla Camera tutti i partiti che abbiano superato il 3% . L’assegnazione dei seggi della Camera avviene proiettando le percentuali dei partiti ottenuti a livello nazionale su 100 collegi, in ognuno dei quali sono eletti 6-7 deputati. L’Italicum inoltre, fissa una parità di genere, nel senso che in ciascuna lista i candidati sono presentati in ordine alternato per sesso, i capolista dello stesso sesso non eccedono il sessanta per cento del totale in ogni circoscrizione, nessuno può essere candidato, in più collegi, neppure di altra circoscrizione, salvo i capolista nel limite di dieci collegi. L’elettore potrà esprimere fino a due preferenze per candidati di sesso diverso tra quelli che non sono capolista.

Condividi