Magliana: incendio al campo nomadi,morto carbonizzato un romeno

314

Una tragedia forse annunciata quella avvenuta in un campo nomadi abusivo di via del Cappellaccio a Magliana dove si è verificato un incendio che ha provocato anche una vittima.

Le fiamme sono divampate ieri mattina all’alba proprio nel campo nomadi abusivo sorto e poi sgomberato parecchie volte.Ci sono voluti più di 60 minuti per domare le fiamme, e soltanto nelle prime ore del pomeriggio, durante la bonifica dell’Arma è stata effettuata la tragica scoperta, ovvero un cadavere, un corpo completamente carbonizzato dentro una delle baracche ovviamente completamente distrutte dall’incendio. Si tratta di un romeno di 27 anni, G.R.C. secondo quanto riferito dai familiari che ne hanno denunciato la scomparsa e poi ne hanno riconosciuto il cadavere.

Magliana incendio al campo nomadi,morto carbonizzato un romeno

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, che come anticipato hanno impiegato più di un ora per domare le fiamme ed ancora polizia e vigili urbani.Finalmente intorno alle ore 8.30 sono state debellate completamente le fiamme;per sicurezza tutte le strade sono state chiuse al traffico. Purtroppo ancora non si conoscono le cause che hanno scatenato l’incendio, così come le modalità con le quali è avvenuta la morte del giovane rumeno; a tal ragione sono state avviate delle indagini, coordinate dal dottor Francesco Zerilli e della Squadra Mobile. Dalle prime indagini effettuate, sembra che l’incidio sia stato causato da alcune candele rimaste accese in un baracca nella quale poi si è trovato il ragazzo che purtroppo è rimasto ucciso. Richiesta, ad ogni modo l’autopsia sul corpo del giovane per accertare che la sua morte sia stata determinata dall’incendio.

Condividi