Magnitudo di 7.5 gradi in Nuova Guinea ed allerta tsunami

149

Nella giornata di ieri si è verificata una forte scossa di terremoto di magnitudo 7.5 in Nuova Guinea intorno alle ore 9.48 corrispondente alle nostre 1.48.

L’epicentro del terremoto sarebbe stato individuato nel tratto di mare tra la Nuova Irlanda e la Nuova Britannia est, ad una profondità di circa 65 chilometri, almeno secondo quanto dichiarato dall‘Istituto geologico americano. Purtroppo a questa scossa di terremoto di entità non indifferente, anzi piuttosto forte ne è seguita un’altra di magnitudo 5.7; per fortuna non ci sono stati danni a cose, ne gente è rimasta ferita. La città più colpita è risultata essere Kokopo,ovvero una cittadina vicina all’epicentro e nello specifico a 54 chilometri.

Magnitudo di 7.5 gradi in Nuova Guinea ed allerta tsunami

Tanta paura, dunque, nella giornata di ieri per l’allerta lanciata dall’Istituto per il rischio di Tsunami in tutto il Pacifico.“In funzione dei parametri preliminari del terremoto, sono possibili delle onde di tsunami pericolose per le coste situate in un raggio di mille chilometri attorno all’epicentro“ , questo l’allarme lanciato nella giornata di ieri che ha messo parecchia paura nella popolazione del luogo. Attese onda di altezza dagli uno ai tre metri sulle coste della Papuasia Nuova Guinea; attese onde anche sulle coste dell’Australia, del Giappone, delle Filippine e della Nuova Caledonia.Bisogna ammettere che la zona è a rischio terremoti, ed infatti l’attività sismica è molto frequente, certo però le scosse di entità rilevante come quelle che si sono registrate nella giornata di ieri vanno segnalate e soprattutto tenute sotto controllo.L’ultima scossa di terremoto importante è stata quella che si verificò circa due anni, di magnitudo 8 gradi che a differenza di quella di ieri aveva provocato 10 morti e distrutto tante case dell’isola di Salomone. 

Condividi