Maria De Filippi il sogno proibito della Rai

826

L’abbuffata di ascolti di Amici che, ogni sabato sera, ha tenuto incollati alla Tv quasi cinque milioni di tele-spettatori ha ingolosito mamma Rai: diversi indizi lasciano pensare a un cambio di casacca per Maria De Filippi, da Canale 5 alla prima rete.

Il cavallo di razza della scuderia Mediaset è al centro di una trama intricata, fatta di frasi sibilline e scambi di personaggi tra le due reti maggiori. A spostarsi sono l’ex autore di Amici, Luca Zanforlin, e soprattutto il marito della De Filippi, Maurizio Costanzo: hanno firmato un contratto con la rete ammiraglia della Rai, che li accoglie a braccia aperte nella prossima stagione di Domenica In.

«Sanremo? Mi sarebbe piaciuto»

Zanforlin ricoprirà il ruolo di autore, lo stesso che aveva nel programma di Maria, mentre il pioniere dei talk show sarà il capo-progetto del contenitore domenicale. Una poltrona importante, che potrebbe anche funzionare da a-pripista per la De Filippi. Questo almeno si sente dire nei corridoi di viale Mazzini, dove il nome della presentatrice milanese viene pronunciato sempre più spesso. Soprattutto dopo la netta vittoria di Maria sulla rivale del sabato sera, Antonella Clerici, in onda su Raiuno con Senza parole contro Amici.

«Mi dispiace per Antonella. Ma io e lei siamo sempre state una di fronte all’altra e, quindi, abbastanza abituate a confrontarci», dice la De Filippi che, per questo ennesimo successo, si è portata a casa il Premio Regia Tv 2015 come personaggio televisivo dell’anno, vinto a pari merito con il collega Carlo Conti. Anche il riconoscimento diviso a metà con il presentatore più popolare della tivù di Stato non è un caso e rafforza l’ipotesi di un possibile approdo di Maria alla Rai. Se non entro l’anno, magari in occasione del prossimo Festival di Sanremo.

«So che la politica in Rai è quella di utilizzare le risorse interne, che sono tante, come ha sempre dichiarato Giancarlo Leone (direttore di Raiuno, ndr) e a me, al momento, non è stato ancora detto niente. Per questo, quando è stato fatto il mio nome a questo proposito durante la diretta del Premio Regia Tv, sul palco c’è stato un attimo di imbarazzo. In realtà non mi aspettavo un’uscita del genere».

Signora De Filippi, non c un segreto che in passato qualche contatto con mamma Rai ci sia stato…

«L’unica proposta che ho ricevuto è stata quella di condurre il Dopofestival diversi anni fa, ma ho dovuto dire di no a malincuore, perché Me-diaset non mi ha concesso il permesso. Mi sarebbe piaciuto molto farlo, perché lo sentivo nelle mie corde. Infatti sono stata felice di essere la vailetta per una sera al 59° Festival di Sanremo, quello del 2009, al fianco di Paolo Bonolis».

Se le proponessero di tornare all’Ariston, magari per condurre il Festival proprio insieme a Carlo Conti, lei che cosa risponderebbe?

«Ma non me lo chiedono!».

Lo dice per scaramanzia?

«Ci sono molti personaggi femminili che possono affiancare Carlo Conti, dalla Clerici a Caterina Balivo, per esempio. O, addirittura, si può ipotizzare una doppia conduzione maschile, magari con la coppia Frizzi-Conti».

Quindi, se non in Rai, quando la rivedremo in Tv?

«A settembre, a Tu si que vales su Canale 5. Almeno stando alle ultime notizie».

Condividi