Milan, modella svedese torturata e violentata per sei mesi

274

Una modella di 23 anni è stata liberata dai carabinieri dopo mesi di torture, di stupri, di botte e tanto altro ancora. Si tratta, come abbiamo anticipato di una modella svedese di 23 anni, la quale era venuta in Italia lo scorso mese di settembre, in cerca di lavoro, postando addirittura un annuncio sul proprio profilo Facebook al quale ha risposto un sedicente agente che le aveva dato appuntamento in un bar del centro.

L’uomo, che poi si è rivelato il suo aguzzino,Claudio Rossetto 42enne di Cinisello Balsamo, si era finto un agente di modelle, e cominciò a corteggiarla riempendole di attenzioni, ma la giovane ragazza che aveva anche partecipato al concorso di bellezza Miss Universo non sapeva che da li a breve si sarebbe trasformato tutto in un vero incubo.“Sembrava così dolce, ha promesso di sposarmi”, avrebbe raccontato la giovane donna ai carabinieri una volta liberata; è stata una segnalazione di un vicino di casa grazie ad un urlo della modella, forse più forte degli altri che ha richiamato l’attenzione dei vicini che hanno chiamato i carabinieri.

Mugler - Runway - Paris Fashion Week Ready to Wear F/W 2015/2016

All’inizio l’uomo le ha fatto credere di avere importanti opportunità di lavoro per lei, dicendole:«Potresti fare da testimonial per campagne di marchi importanti, distribuiti anche in Svezia», ovviamente si trattava di una bugia, perchè l’uomo aveva ben altre intenzioni. L’uomo ha praticamente sequestrato la modella riempendola di botte, minacce, torture e stupri per tantissimi mesi.Addirittura l’uomo costringeva la donna a chiamare una volta a settimana a casa i genitori per non destare sospetti.  L’uomo è stato arrestato ed accusato di sequestro di persona, maltrattamenti e violenza sessuale. 

Condividi