Milano, sequestrato un box contenente armi e droga firmata Expo

201

Ritrovato nell’indotto dell’Expo un panetto di droga, sembra infatti che anche gli spacciatori si stiano preparando alla più grande fiera espositiva internazionale.I panetti di droga ritrovati erano marchiati Expo, incidendo sopra le quattro lettere di Expo. E’stata la polizia di Sesto San Giovanni ad effettuare questa sorprendente scoperta, visto che insieme alla droga è stata scoperta anche la pressa per il confezionamento dell‘hashish con tanto di logo dell’Expo 2015. Una segnalazione ricevuta dagli agenti del commissariato di Sesto San Giovanni, segnalazione effettuata  da un vicino di casa insospettito, che ha portato alla scoperta di questo magazzino dove è stato rinvenuto un vero e proprio arsenale;nel box erano presenti armi, fucili, due scooter rubati, droga ed anche una pressa che serviva per imprimere sui panetti di hashish la scritta Expo.

L’uomo che era in possesso di questo arsenale, è finito in carcere, e si chiama Daniele Cataldo, un uomo un pregiudicato per rapina e furti conosciuto anche per la sua passione per il calcio, essendo un ultrà della Curva Sud del Milan.Dentro sono stati sequestrati complessivamente 21 kg di hashish, 720 grammi di cocaina, varie presse per il confezionamento dei panetti, due scooter rubati, giubotti antiproiettile, passamontagna e chiodi artigianali. Inoltre c’era una collezione di 13 armi, tra cui un fucile Winchester, una mitraglietta e una penna-pistola.Il Tribunale di Monza,nella giornata di ieri ha accordato per un ordinanza di custodia cautelare nei confronti dell’uomo,dopo un’attività di indagine iniziata grazie alla segnalazione del vicino che lo ha portato dritto in carcere.

Condividi