Ministro Boschi scuote Pd: “smettiamola di farci del male”

419

Il ministro delle Riforme, Maria Elena Boschi, parlando delle elezioni regionali nelle Marche; intervenendo a un incontro politico all’Abbadia di Fiastra, impegnata a sostenere la candidatura alla presidenza regionale del pesarese Luca Ceriscioli, ha dichiarato: “Evitare di farsi del male, come solo il Pd, in certi casi, sa fare; e consiglio di scegliere un sindaco di Pesaro come governatore, perchè è abituato a confrontarsi giorno per giorno con i problemi e le aspettative della gente. La nostra squadra ha un solo attaccante e tutti, il 31 maggio, devono votare compatti per lui”.  Poi parlando della riforma della scuola ha asserito: “Non è un prendere o lasciare; quello che non è accettabile è lasciare le cose come sono. La scuola solo in mano ai sindacati funziona? Io credo di no”.

La Cgil,ha replicato aspramente per voce del segretario generale della Flc-Cgil, Domenico Pantaleo: “La dichiarazione della ministra Boschi conferma l’arroganza e il disprezzo della democrazia. La scuola non è dei sindacati ma nemmeno proprietà privata del Governo. È del Paese e di chi quotidianamente garantisce alle nuove generazioni di avere una istruzione all’altezza dei tempi”

A sostegno del cambiamento nella scuola Boschi ha anche detto:” Il ruolo del dirigente è stato attenuato, pur riconoscendo l’autonomia dei dirigenti che devono poter individuare l’insegnante più giusto per la loro scuola”. Nel Piano dell’offerta formativa inoltre sono coinvolti anche i docenti, le famiglie e i ragazzi più grandi. Al Senatoora c’è un passaggio fondamentale, una sfida da cogliere insieme. Rinviamo tutto? No, non ci sto”.

Condividi