Ministro Pubblica Istruzione:” Non un solo concorso per assumere il personale”

283

Nella giornata di ieri il Ministro della Pubblica Istruzione, Marianna Madia ha parlato del futuro della carriera dei dipendenti sostenendo tra l’altro che la Pubblica Amministrazione è stata da sempre messa al centro delle priorità nelle agende politiche dei governi che via via nel tempo si sono succedute. Nel corso di un intervento ad un seminario organizzato dalla Luiss, il Ministro ha affrontato un tema particolarmente caldo circa i concorsi per i dipendenti pubblici, dichiarando:“Non possono più essere fatti a caso”. Inoltre, il Ministro ha anche aggiunto:“Non basta fare solo un concorso iniziale ma per i dipendenti pubblici servono percorsi di valutazione durante la carriera. Non penso sia giusto fare un’unica prova concorsuale iniziale basata su una serie di nozioni che non tengono conto di una serie di cose importanti: non basta fare un concorso iniziale, ma servono percorsi di valutazione durante la carriera di chi lavora nella pubblica amministrazione.I concorsi devono essere fatti con una logica di fabbisogni e non a caso. In modo particolare, vanno fatti in modo diverso e dobbiamo imparare dalle migliori esperienze internazionali“.

A tal riguardo il Ministro ha anche annunciato che a breve verrà fatta una discussione collegiale in sede di legge di stabilità per cercare di aprire una stagione contrattuale che è fondamentale per una maggiore crescita del paese.

“A me pare che oggi purtroppo un laureato mediamente brillante aspiri di più ad andare in una grande multinazionale o in una grande azienda privata piuttosto che fare il dirigente in qualche Ministero.Spero e credo che noi dobbiamo mettere in atto dei meccanismi veri e concreti che ribaltino queste aspettative“, ha infine concluso il ministro. 

Condividi