Missile russo fuori controllo, “puo’ cadere sulla Terra”

771

Missile russo: il Ccve (Centro di controllo dei Voli spaziali) russo ha perso i contatti con un cargo spaziale senza equipaggio che era stato lanciato martedi’ verso la Stazione Spaziale Internazionale, per portare un carico di rifornimenti. Il Progress M-27M,, e’ stato dichiarato fuori controllo, starebbe e sta precipitando verso la Terra, l’indiscrezione è trapelata da una fonte anonima che ha dichiarato: “Ha cominciato la discesa e non ha un altro posto dove andare; è assolutamente fuori controllo, e potrebbe precipitare sulla Terra”.

Non è possibile stabilire in alcun modo se il cargo cade  verso il nostro pianeta, se questo sta accadendo c’è da sperare che come quasi sempre avviene si disintegri a contatto con la nostra atmosfera;   Il Progress M-27M questo il nome del cargo impazzito, trasporta attrezzature scientifiche e generi di prima necessita’, come acqua e cibo, in ogni caso i sei membri dell’equipaggio della Stazione Spaziale Internazionale (Iss), della quale fa parte l’italiana Samantha Cristoforetti, hanno diversi mesi di riserve, non sono in emergenza.

I tecnici russi si erano subito accorti della presenza di problemi al Progress appena era stato lanciato da una razzo Soyuz, nella località di Baikonour, in Kazakistan, in base al disguido rilevato avevano attuato un diverso piano di volo per il cargo che però non è andato a buon fine. Le autorita’ russe avevano dichiarato che il Progress avrebbe rispettato il programma arrivando puntuale all’Iss il 30 aprile, forse solo con qualche ora di ritardo rispetto al volo inizialmente programmato di sole sei ore.  La Stazione Spaziale Internazionale in ogni caso, rendono noto le autorità russe e americane ha un potere di autosufficienza e funzionamento validi fino a giugno, quando sarà raggiunta dal nuovo cargo di rifornimenti: il “Dragon”.

Condividi