Muore a 21 anni dopo aver ingerito delle pillole dimagranti acquistate su internet

216

Una giovanissima donna di 21 anni, Eloise Aimee Parry è deceduta in ospedale lo scorso 12 aprile dopo aver ingerito alcune pillole dimagranti acquistate su internet. La vicenda è avvenuta in Gran Bretagna e la giovane sarebbe deceduta in circostanze sospette dopo aver assunto dei farmaci illegali per perdere peso comprati su Internet.Imputato il Dnp ovvero un agente chimico usato a scopi industriali e che non potrebbe essere assunto dagli esseri umani ma di cui purtroppo si trovano tracce in pseudo-farmaci dietetici venduti soprattutto su internet. Adesso le autorità hanno aperto un’inchiesta per cercare di capire cosa abbia provocato la morte della giovane donna. E’stata la madre della giovane, Fiona a raccontare l’accaduto. “All’inizio della “cura” sembrava tutto ok. Poi all’improvviso è peggiorata. È come se il suo organismo avesse iniziato ad esplodere, come accade con la dinamite. Quando ci siamo rivolti ai medici ormai era troppo tardi. La sostanza velenosa era ormai in circolo. Abbiamo scoperto che non c’era più nulla da fare. Che due sole pillole di Dnp potevano essere letali. Eloise ne aveva già prese otto”.

Dopo il racconto della madre, la Food Standards Agency ha diffuso la notizia sugli effetti di questo pseudo-farmaco la cui vendita rimane vietata. Sembra che tra gli effetti dell’avvelenamento vengono segnalati accelerazione del metabolismo, collasso, sudorazione intensa.Sostanzialmente tale sostanza non fa altro che inibire la produzione di adenosina trifosfato, usata nel trasferimento di energia tra le cellule e se questo meccanismo si blocca l’effetto è quello di trasformare l’energia non trasportata in calore da espellere attraverso la sudorazione e dunque si arriverebbe a bruciare fino al 50% delle calorie.  

Condividi