No Expo:rimarranno in carcere i 5 arrestati,è questa la decisione del gip

2275

Convalidati gli arresti e disposto la misura cautelare in carcere per le cinque persone che sono state fermate lo scorso venerdì nel corso degli scontri avvenuti a Milano nel corteo No Expo. La convalida è avvenuta per mano del Gip di Milano, Buonamici; i giovani sono stati tutti accusati di resistenza a pubblico ufficiale aggravata dall’uso di armi improprie e dal numero dei partecipanti.

Disposto dunque il carcere per tutte e cinque le persone su richiesta del procuratore aggiunto Romanelli e dal Pm Basilone. Secondo quanto emerso dagli atti in questione, gli arrestati per contrapporsi con violenza alle forze dell’ordine durante le devastazioni di venerdì scorso hanno lanciato contro gli agenti anche bottiglie ed un grosso masso di cemento.

I cinque sono stati sentiti in questi giorni, ed alcuni hanno addirittura cercato di difendersi sostenendo di un aver mai partecipato alle seguenti azioni di violenza, arrivando anche ad ipotizzare uno scambio di persona, opzione ovviamente ritenuta impossibile da parte del gip.Rimarranno dunque in carcere Jacopo Piva, milanese di 33 anni Davide Pasquale, 32 anni di Alessandria e Mirko Leone, 27 anni di Lodi. Uno di loro, ovvero il 23enne J.P. che tra l’altro risiede a Rozzano e di mestiere fa il commesso ha dichiarato di non interessarsi di politica e di non frequentare ne ambienti antagonisti ne centro sociali, ed a tal ragione ha dichiarato:”Mi sono trovato nel mezzo degli scontri provocati da altre persone”, parole dichiarate davanti al gip, e riferite dal suo avvocato Loris Panfili che ha chiesto la scarcerazione.

Condividi