Oggi è la Giornata Mondiale del Sonno,i consigli per una buona dormita

404

Ricorre oggi la Giornata Mondiale del Sonno ( 13 marzo) organizzata dalla World Association of Sleep Medicine, con cadenza annuale e che aiuta a fare chiarezza su vari punti di fondamentale importanza.

Occhiaie, borse sotto gli occhi, palpebre appesantite, irritabilità, nervosismo e stanchezza, sono soltanto alcuni dei tantissimi sintomi o meglio conseguenze alle quali si va incontro non dormendo la notte o dormendo male. Una ricerca condotta dalla National Sleep Foundation e poi pubblicata su Sleep Health ha rivelato quelle che sono le regole fondamentali alle quali bisognerebbe attenersi per poter dormire in maniera sana.

Oggi è la Giornata Mondiale del Sonno,i consigli per una buona dormita

Il primo consiglio è quello di dormire per le ore sufficienti che variano a seconda dell’età; dalla nascita ai 3 mesi, i neonati dovrebbero dormire dalle 14 alle 17 ore ogni giorno. Dai 4 agli 11 mesi, si dovrebbe dormire dalle 12 alle 15 ore al giorno, mentre fino ai 2 anni l’ideale sarebbe dalle 11 alle 14 ore giornaliere e dai 14 anni in su,è consigliato invece dormire dalle 8 alle 10 ore. Una volta superati i 18 anni la situazione cambia e quindi diventa sufficiente dormire tra le 7 e le 8 ore. Purtroppo il sonno è considerato uno degli aspetti primari della nostra salute e quando questo viene a mancare ecco che la nostra salute comincia a risentirne. E’ importante, dunque, non soltanto dormire per il numero di ore consigliate ma è necessario che il sonno sia continuo e non disturbato; importante anche la profondità del sonno nel senso che questo deve essere sufficientemente profondo per essere riposante ed anche rigenerante. Gli esperti, inoltre, consigliano di avere orari e ritmi regolari, giusta temperatura ed anche giusta luce nella stanza e soprattutto non portare smartphone, pc e tablet a letto.

Condividi