Palermo: sgominata banda di trafficanti di immigrati,arrestate 24 persone

207

Un’operazione della Dia di Palermo ha portato allo smantellamento di un’organizzazione criminale transnazionale di trafficanti di esseri umani. Sono state fermate 24 persone per associazione a delinquere e favoreggiamento di immigrazione e permanenza clandestina aggravati dal carattere transnazionale del sodalizio malavitoso. Purtroppo la notizia è che sul nostro territorio sarebbe presente una vera e propria cellula che opera su tutto il territorio nazionale composta per lo più da eritrei che risiedono in Sicilia e nello specifico nei comuni di Palermo, Agrigento, Catania ed anche Milano. Queste persone sono accusati di aver favorito la permanenza illegale di migranti clandestini in Italia agevolandone poi l’espatrio illegale verso altri paesi appartenenti all’Unione europea come Norvegia, Germania e Svezia. Sono dunque finiti in carcere eritrei, ma anche etiopi, ivoriani e ghanesi tutti con l’accusa di aver favorito l’immigrazione illegale di connazionali.

A far scattare l’indagine sarebbe stata la strage di Lampedusa nella quale persero la vita 366 migranti. “I soldi giravano attraverso il sistema “hawala”, basato su un rapporto fiduciario reciproco, capace di evitare la tracciabilità di circuiti bancari e finanziari leciti”, ha dichiarato il Procuratore Francesco Lo Voi il quale ha coordinato l’inchiesta insieme al Procuratore aggiunto Maurizio Scalia.“Qui i migranti entravano in contatto con alcuni referenti sul nostro territorio. Una rete di trafficanti capaci di permettere la fuga dai centri d’accoglienza. Duecento-trecento euro per raggiungere il Nord in pullman, in treno o coi mezzi privati. Il prezzo per fare in pullman da Milano fino alla Germania era di 600 dollari”.

Condividi