Paola Barale e Raz Degan si sono dettia addio

2267

Raz e io per ora abbiamo deciso di prendere percorsi differenti. Capita, nella vita, a un certo punto. Non è giusto accontentarsi di un sentimento che ha perso di vivacità e colore”. La sincerità è la forza dell’amore. La sincerità e il rispetto sono la cornice più delicata e dignitosa che merita un legame importante che si interrompe. Quando i sogni si infrangono, il domani diventa troppo lontano ed è meglio voltare pagina.

Paola Barale ha affidato a Facebook le parole che mettono un punto ai 13 anni passati con il tenebroso Degan: 4.745 giorni intensissimi. Passione bruciante, viaggi continui, fotografie in ogni dove del mondo che lasciavano trasparire un legame inossidabile. Sembrava che lei, dopo vari lustri spesi in Tv, avesse scoperto una nuova dimensione accanto al modello nato in un kibbutz israeliano con la passione sfrenata per la vita itinerante. Sembrava quasi che la showgirl e conduttrice avesse iniziato a guardare il mondo con occhi diversi, con gli occhi color zaffiro di lui. Ed era felice. «È un uomo straordinario, non mi annoio mai», dichiarava solo una paio di primavere fa. Ma da quel giorno le cose sono cambiate. Forse oggi la noia ha preso il sopravvento anche in una coppia sempre con la valigia pronta c la vita davanti. “Credo che più di tutto ci abbia unito la passione, passione per chi eravamo. Sono stati anni travolgenti, siamo cresciuti insieme e il nostro amore si è trasformato”, prosegue lei nel suo mesaggio sul Web.

Poi, riferendosi con malinconia a un’immagine che accompagna il suo testo, scrive: “Questa è una foto che mi piace molto. Non ritrae un semplice bacio tra due persone che hanno una relazione. Per me ritrae esattamente quello che io e Raz siamo stati per tutti questi lunghi anni”. È un bacio, focoso, le labbra di lei che mordono quelle di lui. Chioma schiarita dal sole e libera al vento. Un momento immortalato tempo fa che ben riassume la loro storia. “Ora posso scostarmi i capelli davanti agli occhi. Tutto può sempre accadere”, conclude la Barale. I più romantici aggrappano a questo “accadere”, come se Paola avesse lasciato uno spiraglio aperto. I più razionali, invece, pensano che le chance di un ri-pensamento siano pochine e che quel verbo si riferisca proprio all’ineluttabilità dei fatti. Chissà.

11 tempo è il miglior medico per chi si allontana, ma è anche l’unico elemento che darà un nuovo assetto alle loro vite. Paola magari tornerà a vivere a Milano in pianta stabile,

Raz di dividerà tra i tramonti indiani, le vette del Sudamcrica e la Puglia, terra che lui adora a tal punto da aver comprato un trullo nella campagna tra Ostuni e Cisterni-no. È lì che la coppia si è rifugiata negli anni più belli della loro relazione.

Nessun divismo, solo voglia di vera pace, lontano dalla mondanità che ha visto Paola per lunghi anni protagonista. Raz, schivo di natura, non ha voluto commentare la sua nuova condizione da single. Si è limitato a una frase: «Ora voglio concentrarmi sul lavoro». Quasi a dire: «Sono fatti miei», come declamava nello spot dell’amaro che l’ha reso famoso nei primi anni Novanta. Ma non era tanto tempo fa quando disse: «Paola mi ha fatto capire il posto dove vivevo, mi ha fatto mettere radici. È fondamentale avere un posto che puoi considerare “casa”, un posto nel tuo cuore. Altrimenti crolli». Ed è già tanto lasciarsi andare così per un uomo che non ha mai nascosto la sua ritrosia nel parlare di se pur vivendo con i fanali dei media puntati addosso.

Già all’inizio della storia con la Barale, allora star del piccolo schermo, Raz, modello-attore tutto fascino (adesso che è single chissà quante spasimanti avrà!), stava sempre a distanza di sicurezza dall’incursione dei media. Tentò di farlo, senza riuscirci però, anche nel 2008, quando foto inequivocabili lo immortalarono mentre flirtava a bordo piscina con Kasia Smutniak, allora compagna di Pietro Taricone. Già quell’estate la crisi con Paola sembrava conclamata, ma i due, chiariti Yaffaire Kasia, ripresero a frequentarsi e a stare insieme. Era sette anni fa. Una vita fa.

Forse, per ricominciare alla grande, i due avevano anche fatto progetti importanti: non figli, quelli no, ma le nozze Paola le desiderava. Eccome. Ma più di una volta, scherzando, aveva detto che Raz non ci sentiva molto. Quanti ricordi. Ma Vasco insegna quando canta: e la vita continua anche senza di noi…

Condividi