Papa Francesco, il massacro degli armeni è “il primo genocidio del 900”

180

“Il primo genocidio del 900 ha colpito il vostro popolo Armeno”.Parole importanti quelle di Papa Francesco, che il governo Turco continua a rifiutare di riconoscere l’esistenza del genocidio di almeno un secolo fà sotto l’Impero Ottomano, un massacro che Francesco paragona a quelli commessi da Nazzismo e Stalinismo, e che va ricordato, dice, ed anche oggi i Cristiani sono nel mirino.

Il grido trascurato,dice Francesco,di tanti Cristiani inermi, decapitati,crocifissi,bruciati vivi oppure costretti ad abbandonare la loro terra, “La crudeltà non trovi mai giustificazione in nome di Dio” dice Francesco.Poi l’appello,forte, “Riprenda il cammino di riconciliazione tra il popolo Armeno e quello Turco”.

Un giudizio fuori dalla realtà storica, è duro ed immediata la reazione turca alle parole di Papa Francesco, richiamato in patria per consultazione l’ambasciatore presso la Santa Sede, convocato dal Governo il Nunzio Apostolico, cioè l’ambasciatore Vaticano ad AnKara, una protesta formale.

Sono passati 100 anni, più di un milioni i Cristiani Armeni massacrati tra stragi e marce forzate sotto il governo dei giovani turchi; Ma oggi come allora, la Turchia continua a non riconoscere il termine genocidio, si limita ad ammettere deportazioni ed eccidi contro un popolo accusato di collaborare con la Russia.

Condividi