Paura a Washington, un elicottero sospetto è atterrato sul campo del Campidoglio

189

Washington:Nella giornata di ieri è atterrato un piccolo elicottero sul prato ovest di Capitol Hil a pochi passi dal Congresso. Subito è scattato l’allarme per questo elicottero sospetto e questo ha portato all’immediata chiusura della strada e del Centro visitatori; la polizia si è subito avvicinata al velivolo ed ha arrestato il pilota ovvero Doug Hughes un postino di 61 anni di Ruskin, in Florida.In realtà l’autore aveva già annunciato la sua impresa al Tampa Bay Times dicendo che avrebbe voluto consegnare una lettera ad ognuno dei 535 membri del Congresso. “Ho un velivolo, un girocottero. E lo piloterò, violerò la no-fly zone, lo farò in maniera non violenta”, questo quanto dichiarato dall’uomo cercando di attirare su di se l’attenzione e sul tema a lui molto caro, ovvero la riforma delle regole sul finanziamento delle campagna elettorali.

Secondo quanto dichiarato da alcuni testimoni presenti all’arresto, l’uomo all’arrivo della polizia è sembrato calmo e non ha opposto nessuna resistenza, mentre il velivolo su quale viaggiava è stato ispezionato per bene anche con le unità cinofile per escludere che a bordo vi fosse esplosivo.

Inoltre, è anche emerso che Hughes non era del tutto sconosciuto alle autorità ma sembra che circa un anno fa con una soffiata è venuto fuori che aveva intenzione di far sentire la propria voce e quindi un agente si precipitò a fargli una visita per porgere alcune domande. Si è trattato di un evento del tutto eccezionale e le forze dell’ordine a Capitol Hill sono state colte di sorpresa ma alla fine in fin dei conti si è evitato il peggio considerando il livello di sorveglianza del cielo molto alto.

Condividi