Piemonte, ombra di un finanziamento illecito per costruzione grattacielo

249

Spunta l’ombra di un finanziamento illecito alla Lega Nord per quanto riguarda la costruzione del grattacielo che ospiterà la sede della Regione Piemonte ed a tal riguardo la Guardia di Finanza ha già eseguito una serie di perquisizioni.

Nello specifico gli investigatori stanno verificano che la società che si è aggiudicata l’appalto per la costruzione del grattacielo,ovvero la CoopSette abbia versato 50mila euro subito dopo aver ricevuto l’incarico ad un‘associazione sportiva di Bra che è la diretta interessata per l‘organizzazione del tour della Padania. Attualmente risulta indagato soltanto il legale rappresentante dell’azienda.Piemonte, ombra di un finanziamento illecito per costruzione grattacielo

Nella mattina di ieri gli uomini della Guardia di Finanza hanno perquisito gli uffici del grattacielo di Massimiliano Fuksas, così come le sedi di Coopsette e delle società collegate all’associazione temporanea di imprese che lavorano alla costruzione.’Sulla vicenda del grattacielo della Regione al centro di una indagine condotta dalla Procura di Torino preciso che proprio all’inizio del mio governo in Regione ho presentato alle autorità un esposto. Mi pare che ad oggi sia stata la sola voce fuori dal coro unanime dei consensi. Oggi, per mera opportunità mediatica, si cerca di tirare in ballo la Lega, quando fu la sola forza contraria all’iniziativa presa dalla precedente giunta, che non poteva più essere fermata perché in larga parte già pagata e soggetta a pesantissime penali.Diffido chiunque dall’accostare maliziosamente interessi e comportamenti dei dirigenti dell’associazione amatoriale ‘Monviso-Venezia’ all’attività della Lega Nord in Piemonte ed all’azione del mio governo, che non ha mai nascosto le perplessità in ordine alle opacità di quel progetto”, ha dichiarato il segretario nazionale della Lega Nord Piemonte, ovvero Roberto Cota, presidente della giunta regionale al tempo dell‘assegnazione dei lavori a Coopsette. 

Condividi