Piero Pelù Renzi, il Discorso del 1 maggio

2784

Piero Pelù Renzi Battibecco continuo, un punto di vista tra tanti.

Pierò Pelù Renzi tre giorni di polemiche e attacchi, i pro e i contro dell’intervento al concertone del 1 maggio.
Quello che il rocker italiano ha detto l’hanno udito tutti, sui social, in diretta, in tv, ma è bene ripeterlo, non per offendere il Presidente del Consiglio s’intenda, ma per fare un attimo di chiarezza:


Perché Pelù ce l’ha con Renzi? Fermo restando che qui nessuno si schiera a destra o a sinistra, sarebbe il caso di dire che quella manciata di euro venuti meno per la mancata riconferma  dell’incarico del cantante come direttore artistico della Firenzestate non ha nulla a che fare con Renzi e non può aver scatenato le ire del cantante.
Si tratta di 60.000 euro più iva che nell’anno 2007 Pelù avrebbe dovuto percepire dall’amministrazione comunale. L’incarico,  a differenza di quanto blaterato da qualcuno, è stato sciolto da Pelù stesso per altri impegni, non è riconducibile all’attuale Premier, che solo tre anni dopo sarà eletto sindaco di Firenze.
Non è una questione di soldi quindi, siamo certi che Pelù non abbia e non avesse  bisogno all’epoca di soldi pubblici per arrivare a fine mese e che vi piaccia o no i soldi che ha se li è guadagnati senza rubare. Andiamo oltre, niente di personale contro Renzi, che viene chiamato “Scout di Licio Gelli” (che tra l’altro Pelù incontrò anni fa, non si sa per quali ragioni: qui il video dell’incontro)


non ci interessa capire perché e per come Renzi possa essere eventualmente implicato con tale personaggio, non ci interessa la tendenza politica di Pelù, ma il suo discorso ha scatenato tante polemiche e in un periodo di crisi come questo è sciocco chi non è disposto a chiedersi “perché?”
Andiamo per gradi, “NON VOGLIAMO L’ELEMOSINA DI 80 €, VOGLIAMO LAVORO” cosa c’è di male in questo? Una frase del genere detta nel giorno in cui il lavoro e i lavoratori dovrebbero essere celebrati ha ragion d’essere, e dovrebbe essere apprezzata e valutata da tutti e non solo dagli scalzacane che erano ad ubriacarsi in piazza (che nella maggior parte dei casi non sono neanche lavoratori sorvoliamo, neanche questo ci interessa).
Dicevo, 80 euro in più possono essere un buon incentivo per chi non arriva a fine mese, ma pensate davvero che questi 80 euro siano regalati vita natural durante e soprattutto senza doverci rimettere un centesimo? Siamo onesti, questo non può avvenire ed era questo quello che Pelù cercava di dire, l’elemosina se pensate bene è un atto di pietà e di umana empatia e la vostra vita, la vita di un qualunque cittadino italiano non si risolve e non deve risolversi con l’elemosina: un lavoro vero, remunerato nella maniera giusta, quella è la risposta alla crisi. E’ un diritto e questo diritto attualmente non è rispettato nel nostro paese.


Perché continuare a vivere con stipendi da fame, sottopagati, sfruttati, accettando gli 80 euro del Governo, quando lo stesso non solo se li riprenderà a suon di tasse e aumenti, ma non vi garantirà neanche la copertura per questa manovra che arriva a ridosso delle elezioni europee come uno specchio per le allodole.
Non prendiamoci in giro 80 euro regalati chi non li vorrebbe? Li vorremmo anche noi che tiriamo avanti questo sito a spese nostre senza guadagnare nulla, non siamo dipendenti, siamo autonomi e soprattutto non abbiamo un futuro, ma non stiamo qui ad attaccare Pelù perché “è un milionario”, il suo lavoro l’ha sempre fatto e l’ha fatto bene, diciamo pure che ha avuto il coraggio di urlare al mondo che abbiamo una politica schifosa e senza speranza nonostante i suoi mille colori e nomi.
Potrebbero anche darvi 80 euro a maggio, forse anche a giugno e poi? Come cambierebbe la vostra vita con un datore di lavoro che vi fare ore in più, che non vi paga gli straordinari e che ti lascia intendere “Questo è se ti va, altrimenti è lì la porta perché non c’è lavoro?”

Il gioco di prestigio con cui i soldi appariranno nelle vostre tasche sarà lo stesso con cui questo denaro sparirà(qui un approfondimento)
Non si fa prima a fare una manovra finanziaria? Ma questi soldi, soprattutto, chi li porta? La fatina dei dentini?
Cosa si può fare con 80 euro? Per andar bene ce ne vorrebbero almeno 150. No?
Attendiamo risposte.

Condividi