Pietro Ciucci, il Presidente dell’Anas si dimetterà a metà maggio

252

Pietro Ciucci si dimette, è questa la notizia giunta nella giornata di ieri in seguito all’incontro dello stesso Ciucci con Graziano Delrio, il Ministro delle Infrastrutture.

Pietro Ciucci lascerà dunque la guida dell‘Anas il prossimo mese di maggio; l’addio arriva giusto dopo una serie di tensioni culminate con un ulteriore caso in Sicilia. Infatti è di qualche giorno fa la notizia secondo la quale avrebbe ceduto un pilone sulla A29 che ha mandato al centro del polverone la Sicilia e l’Anas.”Anas e Regione potevano e dovevano intervenire già dieci anni fa”, è questo quanto dichiarato da Erasmo D’Angelis ovvero il coordinatore della Struttura di missione di Palazzo Chigi. Nei mesi passati l’Anas era finita nell’occhio del ciclone sempre per i crolli stradali, ovvero per il cedimento del pilone della A19 Palermo-Catania, e poi ancora per il cedimento del viadotto Scorciavacche sulla statale Palermo-Agrigento inaugurato alla vigilia di Natale scorso e crollato a gennaio dopo una settimana.

L’addio di Ciucci arriva dunque dopo un periodo non del tutto tranquillo e soprattutto dopo nove anni al vertice a coronamento di una lunga carriera nelle aziende statali, dalla Società Autostrade allo Stretto di Messina Spa.Gli esponenti del M5s appresa la notizia delle dimissioni hanno dichiarato: “Il consigliere e presidente dell’Anas Ciucci annuncia che si dimetterà ‘in segno di rispetto’ per il nuovo ministro. Invece noi chiediamo le sue dimissioni irrevocabili come atto dovuto in segno di rispetto per i siciliani e per gli italiani tutti“. L’Anas intanto attraverso un comunicato fa sapere: “La decisione è stata presa in segno di rispetto per il nuovo ministro al fine di favorire le più opportune decisioni in materia di governance di Anas”. 

Condividi