Pilota Alitalia spara in casa, viene sospeso (Guidò il volo di Mattarella verso Palermo)

454

Pilota Alitalia: sale agli onori della cronaca nuovamente il pilota che come comandante di volo  il 14 febbraio scorso trasportò per il primo viaggio da Roma a Palermo il presidente della Repubblica Sergio Mattarella; il pilota è stato anche fotografato insieme al presidente Mattarella che  quel giorno venne divulgata dalla stessa Alitalia sul suo profilo Twitter; ora le pagine della cronaca parlano ancora di lui per ben altro motivo:  è lui il  pilota dell’Alitalia denunciato dalla procura di Spoleto per aver esploso dei colpi di pistola in casa dell’anziana madre, domenica scorsa, a Todi.

L’uomo, 50enne, in servizio all’Alitalia, è stato denunciato dai carabinieri di Todi, cittadina in provincia di Perugia, per minaccia grave e danneggiamenti,  dopo che in una furibonda lite, avrebbe sparato alcuni colpi di arma da fuoco; non c’è stato comunque nessun ferito dato che la pistola non sarebbe stata rivolta contro le persone. Lo scatto folle del pilota è avvenuto  la sera di Pasqua all’interno di un’abitazione in via Polinori, nella città umbra.

Maurizio-Foglietti

I militari sono intervenuti chiamati dai vicini. Secondo quanto si è appreso, il cinquantenne ha litigato con il fratello davanti alla madre. I carabinieri hanno sequestrato l’arma che era denunciata regolarmente, e l’Alitalia, informata dell’accaduto, ha avviato tutte le verifiche del caso e disposto l’immediata sospensione del pilota dall’attività di volo.

Episodi simili gettano una luce inquietante sulla figura dei piloti di linea, soprattutto dopo i fatti dell’Airbus A320 della compagnia tedesca Germanwings; i controlli medici a cui vengono sottoposti i piloti sono davvero accurati?

Condividi