Pirata della strada provaca incidente ed uccide un 15enne e poi scappa

299

Una scarpa sportiva nel groviglio delle lamiere, ma al campo di pallone dove doveva giocare Elio, non c’è mai arrivato, la vita di un quattordicenne stroncata da un pirata della strada.

Elio Bonavita avrebbe compiuto 15 anni a giugno, calciatore dei giovanissimi della Dominante Monza, era a 200 metri dal campetto, lui è morto durante il trasporto in ospedale. Un’automobilista che non ha rispettato la precedenza, ha provocato una serie di tamponamenti, il primo frontale, poi non si è fermato per i soccorsi.

655973_-1486-kIK-U104025299360171cE-700x394@LaStampa.it

Viale Brianza, non lontano dalla Villa Reale di Monza, mancano 20 minuti alle 10, il giovane calciatore è in auto con la mamma che adesso è ricoverata in gravissime condizioni al Niguarda di Milano, vengono travolti da un Suv, che investe nella carambola altre 4 autovetture, due donne e un uomo rimangono feriti, a causare l’incidente un’altro Suv che non si trova, la polizia locale cerca il conducente, non si è fermato all’incrocio e non avrebbe rispettato la precedenza, e poi nonostante si sia resoconto di aver provocato l’incidente a proseguito la corsa.

Quando sul posto arriva il padre di Elio in stato di schock prende a pugni la macchina su cui viaggiva il figlio e la moglie, ed urlando diceva “Voglio morire”.

Condividi