Pizza,petizione per chiedere il riconoscimento dall’Unesco

339

La Pizza presto potrebbe essere riconosciuta dall’Unesco, è questa la richiesta effettuata dall’Associazione pizzaiuoli napoletani e Univerde i quali hanno raccolto 300 firme per tutelare il prodotto simbolo del made in Italy.

E’stata convocata nella giornata di ieri a Roma la Commissione Italiana Unesco in vista dell’inserimento dell’Arte dei Pizzaiuoli napoletani nella “Lista del patrimonio culturale immateriale dell’umanità”.“Si tratta di un passaggio fondamentale per tutelare l’identità del prodotto più rappresentativo della realtà gastronomica nazionale ma anche per fare definitivamente chiarezza sull’origine italiana degli ingredienti e sulle modalità di preparazione per garantire le condizioni igienico e sanitarie ottimali. Il riconoscimento dà valore ad una tradizione sostenibile, attenta alla naturalità, che parla di materie prime povere e d’ingegnosità umana, di genialità di donne e uomini che volevano trovare modi gustosi e sostanziosi per nutrire le proprie famiglie e la propria comunità“, questo quanto sottolineato dalla Coldiretti.

Pizza,petizione per chiedere il riconoscimento dall'Unesco

Sono stati tanti a partecipare alla raccolta firme, da nord a sud, da persone comuni a politici, artisti, sportivi, come Maurizio Martina ovvero il Ministro delle Politiche agricole, Nicola Zingaretti ovvero il Presidente della Regione Lazio, Mario Oliviero il presidente della regione Calabria, Rosario Crocetta il presidente della regione Sicilia, Vittorio Sgarbi, assessore dei Verdi al comune di Urbino, Gabriele Muccino il regista, Renzo Arbore, Luciana Littizzetto, Ilary Blasy, Jimmy Ghione, Eugenio Bennato, Frank Carpentieri di Made in Sud, Giorgio Panariello, Totò di Natale,Fabio Quagliarella, Bud Spenser e tanti altri ancora. La petizione in questione, inoltre, sarebbe anche arrivata a Londra e New York ottenendo il consenso anche di Lidia e Joe Bastianich.   

Condividi