Prostituzione, la Spilabotte dice si a quartieri a luci rosse e tassazione

232

Maria Spilabotte ovvero la senatrice del Pd e vicepresidente della Commissione Lavoro ha partecipato ad un convegno Addio Merlin, che si è tenuto nella giornata di ieri mercoledì 8 aprile nella Sala Aldo Moro di Montecitorio, convegno denominato” Prostituzione tra diritto penale e tabù“.

“Al mio ingresso in Senato, sono alla prima legislatura, un giornalista mi chiese a cosa volevo lavorare e io ho risposto: regolamentare il lavoro dei sex worker, per restituire insieme dignità, diritti e doveri a chi sceglie liberamente di prestare servizi sessuali. Ho messo a punto il mio disegno di legge attraverso il confronto con chi vive il fenomeno sulla sua pelle, con le associazioni di settore e anche con i clienti. Il punto di partenza è il contrasto alla tratta, allo sfruttamento degli esseri umani, alla prostituzione minorile e agli affari dei 60 cartelli malavitosi che in Italia proliferano sull’ambiguità di ciò che non è né vietato né davvero consentito”,ha dichiarato la Spilabotte. 

Prostituzione, la Spilabotte dice si a quartieri a luci rosse e tassazione

Si tratta di una proposta di legge che porta la firma della senatrice Maria Spilabotte del Pd supportata da 25 parlamentari; circa 70 parlamentari hanno presentato o appoggiato proposte analoghe. E’intervenuto a tal riguardo Pierpaolo Vargiu il presidente della Commissione Affari sociali della Camera, di scelta Civica il quale ha dichiarato“non c’è più nessuno in Italia che ritenga realizzabile il sogno della senatrice Merlin di abolire la prostituzione. Nelle proposte presentate c’è un 70% di background comune e un 30% di dibattito. Ma il parlamento deve sapere che coraggio non è affrontare il tema, doveroso, ma rimanere fermi”.  “Regolamentare l’esercizio della professione attraverso la possibilità di zoning, ma anche nelle abitazioni e anche in cooperativa. Per i sex worker propongo doveri, come l’iscrizione a un registro, il pagamento delle tasse, controlli medici e l’uso del profilattico, ma anche diritti, come l’accesso alla contribuzione e alla previdenza sociale. Con l’avvio di questa iniziativa trasversale con il deputato Pierpaolo Vargiu (Sc), che vede coinvolti 70 parlamentari, auspichiamo di arrivare al più presto ad una legge di regolamentazione della prostituzione”, questa la proposta della senatrice del Pd.

Condividi